Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Canicattì, arrestati due ladri d'auto per le vie del paese
Brigadiere interviene mentre stava ritornando a casa

Il militare, che da poco aveva finito il proprio turno di lavoro, si è messo all'inseguimento dei due pregiudicati. A dargli man forte è stata anche una volante della polizia del locale commissariato. Disposti i domiciliari per uno dei malviventi

Redazione

Fermati due ladri d'auto la scorsa notte a Canicattì. A notare strani movimenti lungo via Livatino è stato un brigadiere di ritorno a casa, dopo avere svolto il proprio turno di lavoro. Il militare si è avvicinato ai conducenti di due mezzi: uno di grossa cilindrata spingeva da dietro una Lancia Y. A quel punto i due guidatori hanno entrambi accelerato e ne è nato un inseguimento

Sul posto è arrivata anche una volante della polizia, chiamata dopo la richiesta di intervento lanciata dal brigadiere. Uno dei due ladri è stato fermato mentre era ancora in auto, il secondo invece è stato bloccato tra i tetti delle abitazioni di via Monti, dove si era rifugiato.

Portati entrambi in caserma, sono risultati pregiudicati. I carabinieri hanno disposto gli arresti domiciliari per uno dei due, mentre l'altro è stato denunciato per concorso in furto aggravato e resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Dopo l'udienza di convalida, il giudice ha confermato i domiciliari per F.C, rafforzando la misura cautelare con il divieto di dimora a Canicattì.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×