Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Siracusa, il video promozionale sui social per la droga
Estorsioni come «risarcimento» dai venditori ambulanti

L'operazione Demetra ha smantellato due sodalizi criminali nel capoluogo aretuseo con l'arresto di 27 persone accusate di associazione finalizzata al traffico di droga. Per alcune di loro anche l'aggravante del metodo mafioso. Guarda il video

Marta Silvestre

« Venite a trovarci». È l'invito rivolto ai potenziali clienti con cui si conclude un video promozionale pubblicato su Facebook da uno degli indagati dell'operazione Demetra che oggi ha smantellato due sodalizi criminali dediti allo spaccio di droga a Siracusa. Nelle immagini pubblicate sui social si fa esplicito riferimento al gruppo di via Ignazio Immordini all'interno di una zona del capoluogo aretuseo conosciuta come Case Parcheggio, da cui anche il sodalizio ha preso il nome. Oltre alle foto del quartiere, si vede anche la figura della statua della Libertà che imbraccia un fucile mitragliatore al posto della fiaccola.

Dopo circa tre anni di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia e condotte, dal 2016 al 2019, dalla squadra mobile e dalla compagnia dei carabinieri di Siracusa, ventisette persone sono state arrestate (venticinque sono finite in carcere e due ai domiciliari) perché ritenute responsabili a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Ad alcune di loro è stato contestato anche il reato di estorsione aggravata dall'utilizzo del metodo mafioso. Le attività investigative hanno consentito di accertare l'operatività di due gruppi criminali nel traffico di sostanze stupefacenti: quello di via Italia - che, nel 2012, era già stato interessato dall'operazione Itaca - ha la sua base al civico numero 103 della medesima strada e, nel tempo, si sarebbe allargato anche nella vicina piazza San Metodio

Una redditizia piazza di spaccio dove i pusher si sarebbero organizzati ruotando in turni prefissati per garantire ai clienti la possibilità di acquistare la droga in qualunque momento della giornata. Un gruppo organizzato in modo gerarchico all’interno del quale ciascun affiliato avrebbe svolto compiti ben precisi in cambio di uno stipendio settimanale. Uno degli indagati, a cui è stata riconosciuta anche l'aggravante di avere diretto il sodalizio, ha pubblicato sui social network diversi video in cui mette in mostra banconote di vario taglio appoggiate disordinatamente su un tavolo. Di sottofondo, un brano musicale evocativo dell'attività illecita del narcotrafficante Pablo Escobar

Gli inquirenti hanno accertato anche dei legami tra le due organizzazioni. Il gruppo di Case Parcheggio avrebbe acquistato le sostanze stupefacenti da quello di via Italia per poi rivenderle. L’indagine ha constatato un’attività estorsiva connotata dall’utilizzo del metodo mafioso , portata avanti dagli appartenenti al sodalizio della via Italia ai danni dei venditori ambulanti che ogni mercoledì mattina per la fiera settimanale occupano piazza San Metodio. Estorsioni finalizzate a compensare il mancato guadagno causato dalla sospensione dell’attività di spaccio dovuta all’occupazione della piazza da parte dei commercianti ambulanti. Un vero e proprio « risarcimento», come lo ha definito dal giudice per le indagini preliminari. 

Gli arrestati:

1. Manolito Aimone, nato a Siracusa (classe 1976), agli arresti domiciliari;
2. Gianfranco Bottaro, nato a Siracusa (classe 1995);
3. Faical Baisari, nato a Casablanca in Marocco (classe 1989); 
4. Luigi Cacciatore, nato a Siracusa (classe 1994);
5. Tullio Caia, nato Siracusa (classe 1984); 
6. Daniele Cassia, nato a Siracusa (classe 1987);
7. Nicolas Cassia, nato a Siracusa (classe 1991); 
8. Steven De Simone, nato a Siracusa (classe 1992);
9. Pietro Di Mari, nato a Siracusa (classe 1984); 
10. Angelo Drago, nato a Siracusa (classe 1975);
11. Stefano Fazio, nato a Siracusa (classe 1983);
12. Mirko Giardina, nato a Siracusa (classe 1997);
13. Corrado Greco, nato a Siracusa (classe 1983);
14. Alessio Inturri, nato a Siracusa (classe 1989);
15. Angioletto Latina, nato a Siracusa (classe 1994);
16. Damiano Lentini, nato a Siracusa (classe 1988);
17. Rosario Roberto Lentini, nato a Siracusa (classe 1986);
18. Tommaso Liotta, nato a Siracusa (classe 1994);
19. Adriano Pirrone, nato a Siracusa (classe 1999), sorvegliato speciale;
20. Francesco Salemi, nato a Siracusa (classe 1968);
21. Pasquale Salerno, nato a Siracusa il (classe 1996);
22. Giuseppe Serino, nato a Siracusa (classe 1995);
23. Danny Urbino, nato a Siracusa (classe 1995), agli arresti domiciliari;
24. Mirko Vaccarella, nato a Siracusa (classe 1993);
25. Enzo Fabio Vinci, nato a Siracusa (classe 1994);
26. Alessio Visicale, nato a Siracusa (classe 1997).

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×