Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Rifiuti, emergenza organico dopo stop a impianto di Belpasso
Pochi impianti e più differenziata: boom costi di smaltimento

Sistema regionale in crisi dopo lo stop alla struttura del Catanese. Nel Trapanese, Agrigentino e Nisseno si cercano alternative, ma in tutta l'Isola gli impianti funzionanti sono solo 12. «Così non riusciremo mai a conferire a costi equi», denunciano i sindaci

Salvo Catalano

«Senza impianti, non riusciremo mai a conferire i rifiuti a costi equi e basta che se ne rompe uno scoppia l'emergenza. Al momento l'impietosa legge del mercato fa il prezzo: pochi impianti e tanta domanda». Giuseppe Catania, sindaco di Mussomeli, è uno dei tanti che si è ritrovato dall'oggi al domani senza una struttura dove portare la frazione umida raccolta. La chiusura dell'impianto di Belpasso, gestito dalla ditta Raco srl, fa venir meno una capacità importante di smaltimento, visto che con le sue 66mila tonnellate all'anno, è il secondo più grande di tutta l'Isola. Lì finivano gli scarti organici di quasi un terzo della Sicilia: dal Trapanese, dall'Agrigentino, dal Nisseno. Territori dove impianti di compostaggio non ce ne sono o sono troppo piccoli per soddisfare le necessità del territorio, soprattutto ora che fortunatamente le percentuali di raccolta differenziata salgono. In totale al momento sono solo 12 le strutture funzionanti, di cui tre in provincia di Catania e cinque in quella di Palermo. Il risultato è che i rifiuti di mezza Sicilia viaggiano da un capo all'altro dell'Isola, facendo impennare i costi

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×