Pubblicato report del garante dell’infanzia Gelarda: «Poca attenzione verso i minori»

«Il report non entra nel merito delle problematiche dei Minori a Palermo, in realtà neanche sfiora queste problematiche. Nonostante Palermo sia una delle prime tre, tra le grandi città italiane, come livello di vulnerabilità minorile». È l’attacco di Igor Gelarda, il capogruppo della Lega e responsabile regionale degli enti locali, contro il report dell’attività 2015/2018 del Garante dei diritti dell’infanzia del comune di Palermo. Si tratta, sostiene l’esponente del Carroccio, «di una report che non ho nessun timore a definire superficiale e per nulla tecnico. Inoltre ci sembra che l’attenzione del Comune di Palermo , almeno da quello che si evince da questo report, sia proiettata prevalentemente verso l’assistenza dei minori stranieri non accompagnati e molto meno nei confronti dei minori palermitani. Nonostante le cronache e le statistiche delle forze dell’ordine giudiziario e ci dicono che le violazioni dei diritti dei minori a Palermo siano all’ordine del giorno».

I numeri nel report sono chiarissimi: «Appena 49 consulenze in quattro anni per violazione dei diritti dei minori, a fronte di 1200 interventi di etno psicologi per il sostegno di minori non accompagnati cui si aggiungono 480 consulenze sempre per minori non accompagnati. Mi dispiace fare polemiche quando ci sono minori di mezzo, conclude Gelarda, Ma mi pare che ancora una volta il Comune di Palermo si occupi poco dei cittadini palermitani in questo caso dei Minori Palermitani. Chiediamo solo che i minori italiani non vengano trattati con minor attenzione rispetto a quelli stranieri. Purtroppo il comune di Palermo a gestione Orlando si conferma ancora una volta poco attento alle problematiche vere della città». Per questa ragione l’esponente della Lega ha chiesto un incontro urgente con l assessore alle attività sociali e con il garante.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento