Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Miccichè punta Razza alla convention di Forza Italia
«Errore aver dato a Musumeci assessorato a Sanità»

Nella tre giorni di Mazara del Vallo, il presidente dell'Ars e coordinatore regionale del partito azzurro ha rivendicato il lavoro fatto dal partito in questi anni. All'incontro di oggi è intervenuto anche Berlusconi: «Ancora non abbiamo eguali», ha dichiarato

Redazione

Sono passati pochi giorni dall'ufficializzazione dell'accordo con Italia Viva, per quello che si propone come il vivace perimetro e catalizzatore dei moderati siciliani in vista delle prossime elezioni regionali. E dopo l'unione sottoscritta con Nicola D'Agostino ed Edy Tamayo, il presidente dell'Ars e il coordinatore di Forza Italia in Sicilia Gianfranco Miccichè si sente di rivendicare le sue scelte in un centrodestra ancora da definire per la competizione elettorale. 

Dall'altro lato, però, chi sembra avere le idee chiare è proprio Miccichè che, dal palco di Mazara del Vallo col vessillo di Forza Italia a tutto campo come sfondo, rilancia il partito di Silvio Berlusconi, intervenuto telefonicamente alla convention. «Questi tre giorni di lavori hanno dimostrato che Forza Italia è un partito forte e radicato sul territorio - afferma Miccichè - Il partito è in salute in tutta Italia, particolarmente in Calabria e in Sicilia, dove abbiamo molti sindaci giovani e una classe dirigente. Sicuramente alle Amministrative e alle Regionali del prossimo anno otterremo un grande risultato».

Tuttavia, stando alle ultime consultazioni Amministrative, il centrodestra - compreso Forza Italia - per andare bene ha bisogno di una coalizione unita. Tanto che lo stesso Miccichè si sofferma sulla coalizione: «Il centrodestra ha alcune contraddizioni ma la nostra forza sta sui punti di convergenza». E tra la soddisfazione e i buoni propositi per il futuro, il presidente dell'Ars recrimina a se stesso qualche mancanza. «Se il prossimo presidente della Regione siciliana non sarà di Forza Italia, non lasceremo agli alleati l’assessorato alla Sanità - osserva - L’errore è stato mio di avere lasciato a un presidente della Regione che non ha un partito anche quell’assessorato». 

Le parole, a metà tra la strigliata e il disappunto vanno proprio all'uomo vicino al presidente Nello Musumeci, Ruggero Razza che «ogni tanto lavora per noi e ogni tanto contro. Se sarò io ancora a dover decidere, questo non accadrà più - prosegue Miccichè - La generosità va utilizzata con i generosi, quando invece la eserciti solo in un senso e non c’è ritorno, non ha senso». Una presa di posizione netta, quella di Miccichè che infine non risparmia di ricordare ai presunti o potenziali alleati come «il candidato alla presidenza della Regione sarà chi più lo merita, quello più amato dalla gente». 

La kermesse di Forza Italia, fortemente voluta anche dall'Assessore regionale all'Agricoltura Toni Scilla, ha lasciato spazio all'intervento di Silvio Berlusconi, che nella sala di Mazara del Vallo si è complimentato con i vertici regionali. «Abbiamo avuto diversi successi ultimamente nel Meridione - ha detto Berlusconi - A partire dai più recenti con la vittoria di Roberto Occhiuto nella vicina Calabria. Il centrodestra lo abbiamo inventato noi nel 1994. Perché la nostra discesa in campo ha cambiato per sempre i connotati della politica del nostro Paese. Abbiamo portato qualcosa che prima non esisteva e che oggi non ha eguali», ha concluso.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×