Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Comunali a Capo d'Orlando, aspiranti sindaci a confronto
Tra servizi ai cittadini e idee a lungo termine sul turismo

Sarà un triello quello nella cittadina del Messinese. A correre per la poltrona di primo cittadino sono l'uscente Franco Ingrillì, l'ex consigliere comunale Luca Giuffré e Renato Mangano, che si è aggiunto alla competizione elettorale proprio all'ultimo momento

Marta Silvestre

Quella di Messina è la provincia con più Comuni in cui si vota, il 10 e l'11 ottobre, per eleggere sindaci e rappresentanti in Consiglio comunale. Tra i Comuni al voto c'è anche Capo d'Orlando dove sono tre i contendenti per la poltrona di primo cittadino. Oltre all'uscente Franco Ingrillì, ci prova anche l’ex consigliere comunale Luca Giuffrè. All'ultimo momento si è aggiunto anche Renato Mangano. Da quest'ultimo MeridioNews non ha avuto nessun riscontro dopo avere mandato tramite e-mail le domande a cui rispondere per l'intervista.

FRANCO INGRILLÌ
Perché ha scelto di candidarsi a sindaco?
«Io sono il sindaco uscente e sono un imprenditore che ama il suo paese e per questo mi ricandido».

Quali sono i tre punti principali del suo programma per guidare la città?
«Migliorare ulteriormente la visibilità delle contrade e una serie di progetti per il completamento rete fognaria dove manca e il rifacimento della rete idrica interna».

Con lei come primo cittadino, cosa cambierebbe in concreto in città nei prossimi cinque anni?
A questa domanda MeridioNews non ha ricevuto risposta.

Qual è la figura politica o tecnica (nazionale o internazionale) a cui si ispira?
«Non ho riferimenti politici ma solo una lista civica».

Qual è il candidato che teme di più?
«Non credo ci sia in particolare un candidato di cui preoccuparsi, ma tutti e due».

Un pregio e un difetto della precedente amministrazione.
A questa domanda MeridioNews non ha ricevuto risposta. 

LUCA GIUFFRÈ 
Perché ha scelto di candidarsi a sindaco? 
«Perché la candidatura mi è stata chiesta da un movimento civico formato da semplici cittadini». 

Quali sono i tre punti principali del suo programma per guidare la città?
«Manutenzione ordinaria della città; istituzione dei tavoli di competenza in seno agli assessorati come strumenti di governace pubblica e di partecipazione inclusiva; programmazione turistica a lungo termine».

Con lei come primo cittadino, cosa cambierebbe di concreto in città nei prossimi cinque anni? 
«Attuare un nuovo progetto che porti a una nuova visione per creare una economia diffusa per i cittadini».

Qual è la figura politica o tecnica (nazionale o internazionale) a cui si ispira?
«Avendo privilegiato i tecnici e, di conseguenza, le competenze: sicuramente Mario Draghi».

Qual è il candidato che teme di più? 
«Entrambi i miei due avversari». 

Un pregio e un difetto della precedente amministrazione.
«Preferisco non rispondere. Sarei troppo di parte e direi cose che potrebbero essere usate contro di me».

Leggi l'elenco di tutti i Comuni al voto.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×