Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pizzo e droga, gli affari della cosca dei Fiorenza
Vittima dei danneggiamenti anche due poliziotti

L'indagine condotta dalla polizia con il coordinamento della Dda ha riguardato anche la pianificazione dell'omicidio di un pusher, che doveva essere punito per il suo essersi ribellato al monopolio del clan

Redazione

Agiva soprattutto nella parte settentrionale della provincia - tra i centi di Leonforte e Assoro - il gruppo criminale arrestato oggi dalla polizia di Enna su disposizione del gip di Caltanissetta. L'inchiesta, coordinata dalla Dda nissena, ha fatto luce su una serie di estorsioni, danneggiamenti e traffici di droga controllati dalla famiglia ennese di Cosa nostra.

Al centro delle attenzioni degli investigatori sono finiti i figli di Giovanni Fiorenza, boss di Leonforte, già arrestato nel blitz Homo Novus, nel 2014, e poi condannato. I rampolli della famiglia, sebbene rinchiusi in carcere, avrebbero continuato a dirigere gli affari del gruppo anche tramite pizzini e lettere partite dal penitenziario. Vittima della cosca una serie di imprenditori a cui è stato imposto il pagamento del pizzo. A subire danneggiamenti sono stati oltre che a esponenti della locale associazione antiracket anche due agenti della polizia.

Le forniture di droga, invece, arrivavano da Catania e servivano per alimentare l'attività di spaccio nelle principali piazze del comprensorio. Nell'indagine è finita anche la pianificazione di un omicidio di un pusher, poi non concretizzatosi, che doveva essere punito perché non voleva sottostare al monopolio del clan.

I nomi degli arrestati
In carcere:

Gianluca Barone, 45 anni
Sandro Berti, 48 anni
Antonino Cali', 26 anni
Natale Cammarata, 41 anni
Giovanni Castorina, 20 anni
Gaetano Cocuzza, 34 anni
Angelo Costanzo, 30 anni
Danilo Demetrico, 39 anni
Alex Fiorenza, 39 anni
Simon Fiorenza, 26 anni
Alessio Gallo, 32 anni
Antonio Giunta, 45 anni
Nicola Giuso, 46 anni
Salvatore Ilardi, 34 anni
Salvatore La Delia, 70 anni
Antonino Lo Grande, 26 anni
Victor Andrea Junior Mangano, 30 anni
Salvatore Mauceri, 51 anni
Alfio Nicolosi, 47 anni
Mario Pastura, 52 anni
Pietro Piccione, 27 anni
Salvatore Piccione, 24 anni
Umberto Pirronitto, 46 anni
Carmelo Privitera, 55 anni
Giuseppe Puglisi, 35 anni
Maurizio Rizzo, 53 anni
Fabio Severino, 51 anni
Carmelo Straniero, 50 anni
Giovanni Nicolò Straniero, 30 anni
Francesco Trovato, 29 anni
Salvatore Virzì, 28 anni. 

Ai domiciliari:
Nunzio Ferragosto, 46 anni
Antonino Gagliano, 61 anni

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×