Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Siracusa, sequestrati 3,5 milioni a una società
Indagati due amministratori per evasione fiscale

Le fiamme gialle, su delega della procura della Repubblica di Siracusa, hanno eseguito un sequestro preventivo nei confronti di una società attiva nel settore degli impianti di telecomunicazioni ed elettronici

Redazione

Oltre tre milioni e mezzo di euro sono stati sequestrati nei confronti dell'amministratore di diritto e dell'amministratore di fatto di una società che opera nel comprensorio industriale di Priolo-Melilli. I finanzieri della compagnia di Augusta hanno eseguito un sequestro preventivo per equivalente di disponibilità finanziarie, beni mobili e immobili

Le fiamme gialle, su delega della procura della Repubblica di Siracusa, hanno eseguito un sequestro preventivo nei confronti di una società attiva nel settore degli impianti di telecomunicazioni ed elettronici, a conclusione della quale è stato evidenziato l’inserimento nella dichiarazione Iva dell'anno 2017 di un credito inesistente di 3 milioni e 564mila euro.

Gli ulteriori approfondimenti, eseguiti anche con l’ausilio delle banche dati, hanno poi consentito di rilevare che la società aveva acquistato da una società cooperativa con sede nel Milanese dei crediti Iva per un ammontare di un milione a fronte di un corrispettivo di 900mila euro da pagare in 40 rate; di 3 milioni e 109mila euro a fronte di un corrispettivo di  2 milioni e 798mila euro da corrispondere in 20 rate. La società cooperativa cedente i due rilevanti crediti Iva è fallita il 30 settembre del 2019

Il prosieguo delle investigazioni ha consentito di riscontrare che la società ha contestualmente omesso il versamento dell’Iva dovuta per 425.371 euro per l'anno 2016, accollando poi un debito Iva pari a 341.356 euro dell'anno 2015 a un’altra società con sede a Roma, che è risultata essere una cartiera

Il gip del tribunale di Siracusa, su richiesta della procura, ha disposto il sequestro di beni agli indagati a tutela delle ragioni dell’erario, fino a concorrenza dell’importo di 4.357.727 euro riguardanti anche disponibilità liquide esistenti sui conti correnti bancari intestati alla società e agli indagati, beni immobili e mobili registrati e intestati agli amministratori di diritto e di fatto. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews