Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Omicidio Indelicato, 30 anni a Carmelo Bonetta
Resta aperto il processo per Margareta Buffa

La sentenza giunge solo oggi dopo diversi rinvii. Alcuni causati dalle condizioni di salute dell’imputato e, da ultimo, per il fermo dell'attività giudiziaria causata dall'emergenza sanitaria

Pamela Giacomarro

Il tribunale di Marsala, giudice Francesco Parrinello, ha condannato Carmelo Bonetta, 35 anni, a 30 anni di carcere per l'omicidio della giovane Nicoletta Indelicato, assassinata la notte tra il 16 e 17 marzo dello scorso anno. L'uomo, reo confesso, è stato giudicato con il rito abbreviato. 

Fu lo stesso Bonetta a indicare il luogo in cui fu abbandonato il corpo della vittima, un vigneto in contrada Sant’Onofroio, nelle campagne marsalesi in direzione di Salemi. La sentenza giunge solo oggi dopo diversi rinvii. Alcuni causati dalle condizioni di salute dell’imputato e, da ultimo, per il fermo dell'attività giudiziaria causata dall'emergenza sanitaria. 

Corresponsabile dell’omicidio sarebbe Margareta Buffa, 30 anni, imputata davanti alla corte d’Assise di Trapani con il rito ordinario, il cui processo è in corso. Secondo la ricostruzione degli investigatori, i due avrebbero ucciso Nicoletta Indelicato.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×