Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Mafia, il re dell'eolico Nicastri condannato a nove anni
Legale: «Aspettiamo motivazioni, ma faremo appello»

È la decisione presa dal gup in abbreviato. L'imprenditore trapanese è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Secondo l'accusa, sarebbe stato tra i finanziatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro

Marta Silvestre

L'imprenditore trapanese Vito Nicastri è stato condannato dal gup, in abbreviato, per concorso esterno in associazione mafiosa, a nove anni di carcere. Nicastri, soprannominato il re dell'eolico per i suoi investimenti nelle energie rinnovabili, secondo l'accusa sarebbe stato tra i finanziatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro

«Bisogna leggere le motivazioni del giudice prima di esprimersi e di trarre conclusioni», dichiara a MeridioNews l'avvocato difensore Sebastiano Dara. Motivazioni che, stando ai tempi prestabiliti, dovrebbero arrivare tra novanta giorni. «In ogni caso - aggiunge il legale - è nostra intenzione proporre appello perché abbiamo sempre creduto e continuiamo a sostenere l'estraneità di Nicastri in questi fatti». 

Per lui, il pubblico ministero della Dda di Palermo aveva chiesto dieci anni di carcere. Lo scorso aprile, il re dell'eolico è stato coinvolto nell'inchiesta sul presunto giro di mazzette alla Regione che vede tra gli indagati anche il consulente energetico della Lega ed ex deputato Paolo Arata. Nicastri era stato arrestato l'anno scorso e posto ai domiciliari. Da dove - stando all'indagine - avrebbe proseguito nei propri affari nel mondo delle rinnovabili, grazie a una serie di prestanome, come lo stesso Arata. 

Nell'ambito dell'inchiesta è emersa anche una presunta tangente che Arata avrebbe pagato all'ex sottosegretario alle Infrastrutture Armando Siri per la presentazione di un emendamento favorevole alle imprese che si occupano di energie alternative. Questo troncone dell'indagine è stato trasmesso a Roma. Nel processo per concorso esterno in associazione mafiosa, celebrato parallelamente all'inchiesta per corruzione, erano imputati anche il fratello di Nicastri, Roberto, condannato a nove anni per concorso esterno in associazione mafiosa; Leone Melchiorre, condannato a 9 anni e 4 mesi per associazione mafiosa; Girolamo Scandariato, che ha avuto sei anni e otto mesi per favoreggiamento ed estorsione. Assolti Giuseppe Belletti, accusato di associazione mafiosa, e i fratelli Tommaso, Virgilio e Antonio Asaro che rispondevano di favoreggiamento. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews