Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Sciacca, raid a colpi di mazze e martelli alle Terme
Identificati e denunciati 13 ragazzi dai 15 ai 19 anni

«Quasi come in un video-game, per puro divertimento o forse per noia» commentano i carabinieri, avrebbero seriamente danneggiato vari oggetti: dalle porte ai vetri, agli infissi, ad alcuni mobili e apparecchiature mediche. Guarda il video

Redazione

A colpi di mazze e martelli per distruggere tutto quello che si trovavano sotto tiro all'interno delle Terme di Sciacca. Tredici giovanissimi, compresi tra i 15 e i 19 anni, sono stati individuati dai carabinieri della locale Compagnia al culmine di indagini durate alcuni mesi. È subito scattata la denuncia alle autorità giudiziarie, con l’accusa di danneggiamento aggravato in concorso.

I militari hanno effettuato numerosi sopralluoghi e visionato centinaia di ore di filmati delle telecamere di video-sorveglianza della struttura termale, oggetto di numerosi atti vandalici e danneggiamenti, denunciati dai responsabili alle forze dell'ordine. 

Sorpresa tra gli investigatori quando hanno scoperto che gli autori dei raid erano ragazzi giovanissimi, incensurati, di varia estrazione sociale, che «quasi come in un video-game, per puro divertimento o forse per noia» commentano i carabinieri, anche con l’utilizzo di mazze o martelli, avrebbero seriamente danneggiato vari oggetti presenti all’interno dei locali delle Terme: dalle porte ai vetri, agli infissi, ad alcuni mobili e apparecchiature mediche, provocando ingenti danni. 

Dopo aver passato al setaccio ore ed ore di filmati, i carabinieri hanno chiuso il cerchio delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Sciacca, accertando che gli episodi di intrusione nei locali delle Terme sono stati in tutto circa una decina, identificando complessivamente tredici giovani, tutti di età compresa tra i 15 ed i 19 anni. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×