Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Siracusa, rapinatore identificato da foto on line
Vittima lo riconosce dopo arresto per altro reato

La notte del 2 novembre, una 59enne è stata aggredita da un uomo che l'ha costretta a cedere soldi, gioielli e cellulare. Ai carabinieri era riuscita a dare solo una sommaria descrizione dell'aggressore, fino a che non ha visto il volto di Rosario Parentignoti su Internet, dopo essere arrestato per un tentato furto al palazzetto di Priolo Gargallo

Redazione

Una foto segnaletica pubblicata dopo un altro arresto. Grazie a questa è stato possibile per una 59enne siracusana riuscire a identificare l'uomo che, la notte del 2 novembre, l'aveva aggredita nella propria abitazione e costretta, sotto minaccia, a cedere il cellulare, gioielli del valore di 1500 euro e una somma in contanti di 350 euro

Il rapinatore sarebbe il 33enne Rosario Parentignoti, arrestato pochi giorni dopo per un tentato furto al palazzetto dello sport di Priolo Gargallo. La donna, in un primo tempo, era riuscita a dare soltanto una generica descrizione dell'aggressore. Ma la lettura di un articolo giornalistico, che raccontava dell'arresto di Parentignoti, ha permesso alla 59enne di riconoscere il rapinatore. 

I carabinieri, dopo avere ritenuta verosimile la responsabilità del 33enne, ha disposto il fermo dell'uomo e il trasferimento nel carcere di Cavadonna. L'arresto è stato convalidato ieri dal gip del Tribunale di Siracusa.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×