Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Girgenti Acque Spa sversava reflui a Ribera
Procura: «Sapeva del guasto al depuratore»

La società che gestisce il servizio idrico nel Comune agrigentino non avrebbe riparato il sistema di collettamento fognario, continuando a chiedere ai cittadini il pagamento dell'intero canone. Indagato il legale rappresentante Marco Campione, già accusato di associazione a delinquere di stampo mafioso 

Redazione

Abuso d'ufficio, truffa e reati ambientali. Sono queste le accuse che la Procura della Repubblica di Sciacca rivolge al legale rappresentante di Girgenti Acque Spa Marco Campione e al membro del cda Giuseppe Giuffrida. Le indagini riguardano la gestione del depuratore comunale di Ribera, che negli ultimi mesi aveva registrato numerosi disservizi.
Secondo i magistrati, la società sarebbe stata a conoscenza della rottura, in più punti, del sistema di collettamento fognario senza però compiere i lavori di riparazione necessari a garantire il corretto trasferimento dei reflui nell'impianto. Ciò avrebbe causato lo sversamento delle acque nere sul suolo e in acque superficiali.

Come se non bastasse, dalle indagini emergerebbe che i vertici della Girgenti Acque Spa avrebbero anche preteso il pagamento dell'intero canone di depurazione da parte dei contribuenti, pur consapevoli di come l'impianto di contrada Torre non funzionasse a dovere. Larga parte dei reflui, infatti, non sarebbero mai giunti al depuratore. A lavorare alle indagini sono stati il personale del Corpo Forestale del distaccamento di RIbera e i carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Palermo.

La Girgenti Acque Spa, già in estate, era stata oggetto di un'interrogazione parlamentare in Senato da parte di Mario Giarrusso, che aveva posto l'attenzione sui disservizi che avrebbero interessato l'attività della società che opera nell'Agrigentino: «Acqua che arriva due, tre volte alla settimana, anomalie nella procedura di depurazione, smaltimento in violazione della legge contro l'inquinamento dei mari, pretese di pagamento dei canoni anche dai cittadini residenti in zone prive di rete fognaria, distacchi dalla rete idrica senza il necessario preavviso» aveva dichiarato l'esponente del Movimento 5 stelle a Palazzo Madama.
Ma l'attenzione maggiore dei pentastellati era andata sulle ombre che circondano il profilo di Campione, già indagato dalla Direzione distrettuale antimafia «per associazione a delinquere di stampo mafioso, a seguito delle dichiarazioni rese da due pentiti, Di Gato e Cacciatore, e sulla base di quanto esposto dal colonnello dei carabinieri Lucio Arcidiacono durante le udienze del processo a carico dell'ex presidente della Regione Lombardo». Inoltre, a far discutere in quella occasione era stata l'assenza della certificazione antimafia e i criteri ambigui con cui la società aveva gestito le assunzioni. Problemi a cui, oggi, va aggiunta l'accusa di aver inquinato il suolo di Ribera. 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×