Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Meteo, giornata da allarme rosso su tutta la Sicilia
Chiusi uffici, scuole e la trazzera del M5s sulla A19

Oggi l'allerta passa dal livello arancione a quello massimo: previsti temporali, forte vento e grandine. A Palermo il Comune ha disposto pulizia straordinaria di tombini e caditoie. Cittadini avvisati via sms a Messina. Il sindaco di Caltauturo vieta il transito sulla discussa scorciatoia

Marco Di Mauro

«Allarme rosso da mezzanotte in poi». A rispondere è la sala operativa della protezione civile Sicilia. L'allerta meteo lanciata negli scorsi giorni passa oggi al massimo livello di pericolosità. Tutta la Regione deve fare i conti col pericolo idrogeologico. Secondo l'aeronautica militare nel Catanese le piogge più intense sono attese di mattina, e le raffiche di vento raggiungeranno gli 88 chilometri orari. Poco più che nel Palermitano, dove i temporali saranno al massimo dell'intensità nel tardo pomeriggio. Chiusa la trazzera che collega la A19 dopo il crollo del viadotto Himera. 

«I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità - avvisa il bollettino della protezione civile - frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate». Alta l'attenzione anche nelle zone costiere dello Jonio a rischio di « possibili mareggiate». Nel Catanese «resteranno chiuse le scuole ad Acireale e Biancavilla - dice la protezione civile - ma ogni Comune ha la possibilità di adottare le precauzioni che ritiene più opportune». Sul territorio sono intanto state allertate «tutte le associazioni di volontariato» che avranno il compito di «dare aiuto alla popolazione e informare dei rischi comportati dall'allarme rosso». Il modo migliore per evitare ogni pericolo «è sempre restare chiusi in casa - ribadiscono dalla sala operativa - e in caso di necessità rivolgersi al numero verde della protezione civile», attivo senza sosta, 800.40.40.40

A Palermo il Comune ha disposto la pulizia straordinaria di tombini e caditoie oltre allo spazzamento e alla raccolta di vegetazione e rifiuti lungo il viale Regione Siciliana, in entrambe le carreggiate direzione Trapani e Catania. La polizia municipale vigilerà sui sottopassi e viadotti della circonvallazione. Previsti temporali anche di forte intensità anche a Messina, dove l'allarme arancione è in vigore dalle 16 fino alla mezzanotte di martedì. Un sms è stato inviato sui cellulari di tutti gli abitanti che ne hanno fatto richiesta. Mentre il messaggio che ha comunicato l'aggravarsi delle condizioni meteo e lo scattare dell'allarme rosso, ad alcuni cittadini è giunto solo stamattina. Scuole e cimiteri chiusi, annullate manifestazioni pubbliche all'aperto, sconsigliato l'uso dei mezzi privati di trasporto.

I sindaci di Catania e Aci Castello hanno diramato dei comunicati con cui avvertono la popolazione, consigliando alcuni comportamenti da adottare e luoghi da evitare. I catanesi sono stati invitati «alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici». Chiuse scuole e asili nido. Ai cittadini castellesi è invece sconsigliato «stazionare in prossimità di alberi di medio-alto fusto, sui moli e nei lungomare». Ad Acireale chiusi anche gli uffici pubblici «salvo quelli destinati a servizi essenziali e di assistenza». In un comunicato, il sindaco Roberto Barbagallo informa i residenti su come comportarsi in caso di frane, allagamenti, mareggiate e persino maremoti: «Prima di allontanarsi da casa ricordarsi di chiudere gli interruttori generali della luce, del gas e dell’acqua».

La trazzera che realizzata dal Comune di Caltavuturo con i fondi del Movimento 5 stelle dopo il crollo del viadotto Himera, «resterà chiusa per 24 ore a partire dalle 7.00 del 9 settembre». A deciderlo è stato il sindaco di Caltavuturo Domenico Giannopolo, per le condizioni di «forte criticità che potrebbero crearsi nel tratto che costeggia il fiume e che - spiega su Facebook - è rimasto sterrato e privo di opere di sostegno e di protezione». Il traffico in entrambi i sensi dovrà seguire percorsi alternativi. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews