Vulcania: tentano di rubare una 500, ai domiciliari

La Polizia di Stato ha arrestato i pregiudicati LA MARTINA Benedetto Giuseppe di anni 57 e MACCARRONE Davide di anni 42 in flagranza di tentato furto aggravato in concorso. Nei giorni scorsi, personale del Commissariato Borgo Ognina ha effettuato controlli straordinari volti a reprimere il dilagante fenomeno dei furti di autovetture e ciclomotori. Particolare rilievo assume l’arresto dei predetti LA MARTINA e MACCARRONE, già con precedenti penali per reati contro il patrimonio, responsabili del reato di tentato furto aggravato di un’autovettura Fiat 500 parcheggiata in zona Vulcania.

Il MACCARRONE è stato sorpreso ieri, in pieno giorno e non curante delle numerose persone presenti, mentre provava a forzare detta autovettura con delle “chiavi combinate” ma, accortosi dei poliziotti che l’avevano notato, ha provato a dileguarsi in direzione dell’autovettura del complice che permaneva a breve distanza. Il tempestivo intervento dei poliziotti ha consentito di fermarli e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sottoporli alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nei giorni scorsi, è stato indagato in stato di libertà per il reato di furto di autovettura, tale S.S., anche questo con precedenti specifici contro il patrimonio, nello specifico ritenuto responsabile di avere asportato una Smart spingendola lungo la via Duca degli Abruzzi mediante altra autovettura guidata da un complice. Infine, sempre nella giornata di ieri, in via Alcide De Gasperi, è stato rinvenuto e consegnato al legittimo proprietario un Beverly 500 precedentemente rubato.

(Fonte: Ufficio stampa questura di Catania)


Dalla stessa categoria

Lascia un commento