Sant’Agata, fercolo rientra in Cattedrale. Si confermano tempi lunghi. «Bravi i fedeli nel cordone»

Il fercolo con il busto reliquario di Sant’Agata è rientrato in piazza Duomo quando le lancette degli orologi segnavano le 12.28. Orario che conferma l’andamento delle ultime edizioni con ritardi considerevoli nella tabella di marcia durante il cosiddetto giro interno, cominciato nel pomeriggio di domenica. Fercolo e devoti hanno assistito ai tradizionali fuochi pirotecnici di piazza Cavour-Borgo alle 6.45. Alle 10 circa l’arrivo all’inizio della salita di via Antonino di Sangiuliano. Arteria, quest’ultima, affrontata al passo e non di corsa, alle 10.43. Poi la manovra per imboccare via Crociferi e assistere al canto delle suore benedettine. Dopo il ritorno in piazza Duomo – trascorse 19 ore dall’inizio della processione – i fedeli hanno assistito alle consuete procedure per sganciare il busto reliquiario e il sarcofago di Sant’Agata dal fercolo.

«Permettetemi di dire a tutti quanti voi che siete stati molto bravi, in particolare a coloro che erano nel cordone. Tanti pellegrini grazie al vostro modo di stare sono andati via contenti da Catania», ha detto il vescovo Luigi Renna prima della preghiera finale e la benedizione. Poco dopo il busto reliquario di Sant’Agata è stato posizionato all’interno della cameretta. «Continuerà a guardare Catania – ha aggiunto Renna – Se vogliamo essere come Sant’Agata non abbiate paura, perché tutto quello che c’è nella nostra vita è contato davanti a Dio, persino i capelli del vostro capo sono contati».

L’edizione 2023 della festa, la prima dopo due anni di stop causa pandemia da Covid-19, ha confermato il bagno di folla previsto alla vigilia. Complice il calendario e le giornate favorevoli da un punto di vista meteorologico. L’evento verrà ricordato anche per quanto accaduto poco prima della salita dei Cappuccini, durante il giro esterno della processione di sabato. Quando il fercolo si apprestava ad affrontare l’arteria si è verificata la rottura del cordone sinistro. Inconveniente che ha comportato dei rallentamenti alla processione e che ha reso obbligatorio il cambio della fune, lunga 125 metri. Disattesa, come prevedibile, l’ordinanza che vietava l’accensione dei ceri. Ipotesi ampiamente prevista da Comune e comitato dei festeggiamenti che hanno predisposto la procedura di sicurezza che prevede lo spargimento lungo le strade di segatura e terriccio per assorbire la cere sciolta. Da segnalare quanto avvenuto alla porta Ferdinandea e a piazza Stesicoro, con le fiamme delle torce che hanno causato diversi danni, compresa la distruzione di un maxi schermo davanti l’anfiteatro romano. Diversi gli interventi del 118 per soccorrere cittadini e fedeli caduti a causa della cera.

L’edizione 2023 è stata anche la prima festa per l’arcivescovo Renna. «Catania – ha detto durante il pontificale – ha bisogno di uomini e donne responsabili». Parole risuonate come un monito in vista delle prossime elezioni amministrative. Appuntamento decisivo per risollevare le sorti di una città caduta nel baratro e rimasta senza sindaco dopo la sospensione e le dimissioni dell’ex primo cittadino Salvo Pogliese, condannato in primo grado per peculato e poi candidato ed eletto al Senato con Fratelli d’Italia. A gestire la città è stato chiamato in un primo momento il commissario straordinario Federico Portoghese salvo poi essere revocato dalla stessa Regione. Al suo posto, poco prima dell’inizio dei festeggiamenti, è arrivato il 78enne Piero Mattei.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Il fercolo con il busto reliquario di Sant’Agata è rientrato in piazza Duomo quando le lancette degli orologi segnavano le 12.28. Orario che conferma l’andamento delle ultime edizioni con ritardi considerevoli nella tabella di marcia durante il cosiddetto giro interno, cominciato nel pomeriggio di domenica. Fercolo e devoti hanno assistito ai tradizionali fuochi pirotecnici di […]

Il fercolo con il busto reliquario di Sant’Agata è rientrato in piazza Duomo quando le lancette degli orologi segnavano le 12.28. Orario che conferma l’andamento delle ultime edizioni con ritardi considerevoli nella tabella di marcia durante il cosiddetto giro interno, cominciato nel pomeriggio di domenica. Fercolo e devoti hanno assistito ai tradizionali fuochi pirotecnici di […]

Il fercolo con il busto reliquario di Sant’Agata è rientrato in piazza Duomo quando le lancette degli orologi segnavano le 12.28. Orario che conferma l’andamento delle ultime edizioni con ritardi considerevoli nella tabella di marcia durante il cosiddetto giro interno, cominciato nel pomeriggio di domenica. Fercolo e devoti hanno assistito ai tradizionali fuochi pirotecnici di […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]