Pagina Facebook Comune Motta S. Anastasia

Elezioni a Motta S. Anastasia, sfida a tre per il dopo Carrà. Sullo sfondo l’ultima inchiesta sulla discarica

Poco più di 12mila residenti e un elettorato formato da 6500 persone. Tre gli aspiranti candidati a sindaco: Nino Gulisano, Antonio Bellia e Daniele Capuana. Sono soltanto alcuni dei numeri che caratterizzeranno le prossime elezioni amministrative a Motta Sant’Anastasia. Nella cittadina, che ha il suo simbolo nel castello Normanno e nella base militare Sigonella, si decide la partita più importante tra i Comuni della provincia di Catania che saranno chiamati alle urne. Chi verrà eletto sindaco prenderà il posto di Anastasio Carrà, ex luogotenente dei carabinieri, primo sindaco leghista della Sicilia, due mandati portati a termine e l’elezione a parlamentare alle ultime Politiche. Carrà tuttavia non vorrebbe uscire di scena avendo scelto di correre per un posto in Consiglio comunale con la lista Bellia sindaco e l’inconfondibile simbolo del quadrifoglio verde, a indicare le compagini che a livello locale rappresentano il deputato regionale Luca Sammartino.

Al posto di Carrà – che è stato designato assessore – è sceso in campo il suo vicesindaco Antonio Bellia. Laureato in Scienze dell’amministrazione e libero professionista. «Una candidatura che nasce dal gruppo – sostiene Bellia durante uno dei suoi spot – Un gruppo diverso da tutti gli altri perché al suo interno c’è confronto. Proponiamo la stabilità che si è già vista negli ultimi dieci anni». Con Bellia è sceso in campo una parte di Fratelli d’Italia con in testa il deputato regionale Giuseppe Zitelli e il presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gaetano Galvagno. Dario Daidone, anche lui deputato regionale di Fratelli d’Italia, sostiene invece la candidatura a sindaco di Daniele Capuana. Quest’ultimo è l’altro volto noto della cittadina che è sceso in campo. Al suo fianco il sostegno di Forza Italia e dell’assessore regionale all’Economia Marco Falcone. Capuana è stato assessore allo Sport alla provincia di Catania – Bellia è stato suo consulente – e ha corso per la fascia tricolore nel 2014. Quella elezioni si concluse al foto finish con una differenza di appena 13 voti rispetto a quelli raccolti da Carrà. Nel recente passato di Capuana – che di professione svolge la mansione di responsabile aziendale d’ufficio della società che gestisce l’aeroporto Fontanarossa di Catania – i ruoli di consulente agli assessorati regionali alle Infrastrutture e trasporti e al Bilancio.

Completa il quadro dei candidati Nino Gulisano. Ex geometra al municipio che ha portato a casa l’accordo politico con Danilo Festa, consigliere comunale uscente e voce battagliera tra i banchi dell’opposizione. Accordo di matrice civica che abbraccia diversi schieramenti. Gulisano, che è stato consulente dell’attuale sindaco, veniva dato proprio come candidato dell’esponente del Carroccio. Le carte sul tavolo però sono cambiate ma Gulisano ha deciso di provarci comunque in una sfida dai contorni accessi e senza esclusione di colpi tra i vari schieramenti.

Il prossimo consiglio verrà scelto tra i 48 candidati che compongono le tre liste a supporto dei rispettivi aspiranti primi cittadini. E potrebbe essere proprio la forza delle lista il motore trainante per sancire la vittoria di uno dei tre aspiranti sindaci. A fare da sfondo sulle urne c’è anche l’ultima vicenda giudiziaria che riguarda la discarica dell’Oikos di Valanghe d’inverno e Tiritì. Nei giorni scorsi la procura di Catania ha emesso un avviso di conclusione indagine, e contemporaneo avviso di garanzia, nei confronti di 32 persone. Sotto la lente d’ingrandimento dei magistrati etnei sono finiti dieci anni di smaltimento rifiuti. Presunti illeciti nelle fasi di autorizzazione e gestione con un filone che arriva fino a Palermo. Tra le persone coinvolte il capo della Protezione civile regionale Salvo Cocina, l’ex sindaco di Palermo Leoluca Orlando, i vertici di Oikos e i tre commissari che si sono alternati nel tempo.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Poco più di 12mila residenti e un elettorato formato da 6500 persone. Tre gli aspiranti candidati a sindaco: Nino Gulisano, Antonio Bellia e Daniele Capuana. Sono soltanto alcuni dei numeri che caratterizzeranno le prossime elezioni amministrative a Motta Sant’Anastasia. Nella cittadina, che ha il suo simbolo nel castello Normanno e nella base militare Sigonella, si […]

Poco più di 12mila residenti e un elettorato formato da 6500 persone. Tre gli aspiranti candidati a sindaco: Nino Gulisano, Antonio Bellia e Daniele Capuana. Sono soltanto alcuni dei numeri che caratterizzeranno le prossime elezioni amministrative a Motta Sant’Anastasia. Nella cittadina, che ha il suo simbolo nel castello Normanno e nella base militare Sigonella, si […]

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]