Bufera a Castellammare per compleanno al Comune I dirigenti: «Usate mascherine e rispettate le distanze»

Dalla denuncia in Consiglio comunale all’indignazione sui social. È bufera a Castellammare del
Golfo
su una festa di compleanno organizzata da una dipendente per il suo 50esimo nella sala giunta di Palazzo Crociferi. Le immagini della tavola imbandita hanno dato il la alle proteste dei cittadini che hanno chiesto chiarimenti e
provvedimenti. La denuncia è del consigliere di minoranza Giovanni D’Aguanno, ma a confermare
l’accaduto anche altri due consiglieri, non presenti quella mattina, Marilena Titola e Liliana
Crociata
, che hanno appreso da testimonianze. Il sindaco, all’oscuro della vicenda fino a quel momento in quanto non presente in
ufficio, ha annunciato approfondimenti. Proprio ieri infatti
ha preteso una relazione dagli uffici, che nel
pomeriggio hanno consegnato sulla scrivania del primo cittadino la loro versione dei fatti.

«Nella mattina del 27 gennaio una dipendente del II settore – si legge nel documento – in
concomitanza del proprio compleanno, ha portato delle torte e della rosticceria da offrire
esclusivamente ai colleghi
del primo piano del palazzo municipale che di norma giornalmente
hanno modo, fra loro, di rapportarsi presso questa sede comunale per affrontare la quotidiana
attività lavorativa. Si è acconsentito tacitamente – confermano i dirigenti nella nota presentata al sindaco –
di usare la sala riunioni poiché in termini di ampiezza la più consona ad evitare
assembramenti
, così da permettere ai dipendenti di poter riempire il proprio piattino velocemente
e uscire, dando la possibilità ai pochi altri di accedere. Si tiene a precisare che detti dipendenti
erano debitamente forniti di mascherina anti-Covid
e osservavano il dovuto distanziamento». 

Il sindaco Rizzo, dal canto suo, dopo aver letto la relazione dei dirigenti, vuole vederci chiaro ma non risparmia attacchi politici. «Ritengo
che si siano esacerbati gli animi e si siano usati termini e fatte congetture talvolta
irrispettose nei confronti di molti
– ha detto il primo cittadino – In un momento difficile come quello che stiamo vivendo,
anche per rispetto di chi ha sofferto e soffre, invito tutti a mantenere lucidità e corretto
confronto democratico». Contattato da MeridioNews, Rizzo annuncia che si stanno
valutando gli estremi per eventuali misure disciplinari. «Verificheremo se sussistono i presupposti per eventuali procedimenti. Il gesto va
certamente condannato per il luogo e soprattutto per il momento in cui è stato fatto. Quest’anno,
proprio per la pandemia, non ho consentito in sala giunta nemmeno il tradizionale scambio di
auguri natalizi
». 

Intanto alcuni testimoni raccontano di una scena davvero surreale. «Mi trovavo a passare dal
Municipio per motivi di lavoro ed effettivamente ho notato la sala apparecchiata e alcuni
dipendenti che entravano per riempirsi il piatto. Non so quantificare il numero di persone, ma
certamente non poche
», racconta un dipendente comunale. La vicenda inoltre è stata confermata in Consiglio anche dalla consigliera di maggioranza
Crociata che ha chiesto pubblicamente «di accertare chi ha autorizzato». Furioso il consigliere D’Aguanno che in consiglio ha usato parole molto dure. Stesse parole ribadite
oggi dopo aver letto la relazione dei Dirigenti. «Stavo andando in un ufficio adiacente alla sala giunta per prelevare alcune delibere –
racconta a MeridioNews il consigliere D’Aguanno – e mi sono trovato davanti questa
scena: tavola apparecchiata e diversi dipendenti che si apprestavano a consumare. Noi come Amministratori dobbiamo dare il buon esempio. I nostri figli sono costretti a stare
in classe con la mascherina per sei ore consecutive,
senza poter festeggiare il proprio compleanno
con i compagni e gli amici, mentre in Comune viene concesso? Lo trovo inaccettabile». 

Gli fa eco la consigliera Titola che all’indomani della vicenda sottolinea:
«Mi sarei aspettata da parte del sindaco una risposta di scuse e invece, con inopportuna arroganza, si sofferma sugli animi esacerbati e alle congetture
offensive – attacca – Credo che ancora una
volta abbia dimostrato inadeguatezza e incompetenza
nell’espletare la sua carica».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]