Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Incendi, Musumeci chiede stato di mobilitazione
Tra ieri e oggi 250 interventi dei vigili del fuoco

Dalla Piana di Catania all'entroterra etneo, da San Giuseppe Jato al Siracusano. Complici le alte temperature, anche quella di oggi si presenta come una giornata all'insegna dell'emergenza. Si attende la risposta di Mario Draghi

Redazione

Brucia la Sicilia, complici anche le temperature altissime degli ultimi giorni. Sono 250 gli interventi dei vigili del fuoco e del personale antincendio nelle ultime 24 ore, con alcuni casi molto gravi come i roghi di ieri alla Plaia di Catania e a Piana degli Albanesi. Una situazione che sembra seguire un copione simile anche oggi e che ha portato il presidente della Regione, Nello Musumeci, a chiedere aiuto al governo nazionale

Musumeci si è rivolto direttamente al presidente del Consiglio Mario Draghi, chiedendo lo stato di mobilitazione del servizio nazionale di protezione civile. Un passo visto come dovuto, alla luce anche degli incendi che potranno svilupparsi nelle prossime ore. L’eventuale riconoscimento dello stato di mobilitazione determinerebbe un concorso straordinario di risorse extra-regionali sia in termini di uomini sia di mezzi appartenenti ai vigili del fuoco e al volontariato.

Alla Plaia i roghi che hanno devastato degli stabilimenti balneari sono ormai sotto controllo, tanto che lo stesso Musumeci è stato sul posto insieme al capo della protezione e civile regionale Salvo Cocina e al responsabile provinciale Giovanni Spampinato; la regione continua anche oggi a essere battuta dalle fiamme. 

Dieci squadre a terra sono impegnate a Catania per diversi incendi di vegetazione che stanno interessando anche oggi il capoluogo etneo e la provincia, in particolare in contrada passo Martino, Fossa Creta, via Palermo, Belpasso e Castel di Iudica. Impegnati nelle operazioni 60 vigili del fuoco con 20 automezzi.

Nel Palermitano, dove ancora non si è spento l'incendio che ha l'ambito San Giuseppe Jato, la situazione più grave è quella di Polizzi Generosa, sulle Madonie, dove sono in azione due canadair dei vigili del fuoco. Tre squadre stanno spegnendo tre diversi incendi di vegetazione a Buscemi, Priolo e Noto; in provincia di Messina una squadra è in azione a Mandanici; a Enna sono quattro gli incendi attivi: a Piazza Armerina, a Barrafranca, ad Assoro e a Valguarnera, dove sono maggiori le criticità e stanno operando due squadre a terra e un canadair.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×