Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Giro d'Italia, sull'Etna brilla Caicedo. Ottima prova di Nibali
Sfortunato secondo Visconti. Domani il via sarà da Catania

L'ascesa finale verso piano Provenzana, dedicata a Michele Scarponi, premia il corridore ecuadoriano. Da segnalare la prova del corridore siciliano, ora sesto nella generale. La maglia rosa passa dalle spalle di Filippo Ganna a quelle del portoghese Joao Almeida

Dario De Luca

L'Etna incorona Jonathan Caicedo. Il corridore ecuadoriano della squadra EF Pro Cycling trionfa a quota 1800 metri nel traguardo della stazione sciistica di piano Provenzana. Il suo, che è anche la prima grande vittoria in un corsa di spessore, è stato un arrivo in solitaria, dopo essere entrato nella fuga di giornata. Seconda piazza, con un pizzico di rammarico, per il palermitano acquisito Giovanni Visconti. L'attacco decisivo di Caicedo è arrivato ai meno quattro chilometri dall'arrivo, in un punto della salita non troppo impegnativo. L'ascesa principale di giornata misurava 18 chilometri dall'abitato di Linguaglossa, per un tappa da 150 chilometri partita da Enna.

Ma oltre alla battaglia per il podio c'è stata la lotta per la maglia rosa, al via indossata per il secondo giorno consecutivo dal campione del mondo a cronometro Filippo Ganna (Ineos). Ottimi i segnali da parte di Vincenzo Nibali (Trek Segafredo). Lo squalo dello Stretto, tra i favoriti per la classifica finale, resta con i migliori nella salita fino a piano Provenzana. Adesso nella generale è al sesto posto con un distacco di 55 secondi dalla nuova maglia rosa, il portoghese della Quick-Step Joao Almeida. Male, invece, il britannico Geraint Thomas, caduto - a quanto pare per essere finito con la ruota sopra una borraccia - nei primi chilometri della tappa. Il vincitore del Tour de France 2018 è rimasto nel gruppo degli inseguitori fino a Fornazzo, salvo poi cominciare a staccarsi lungo che la strada che ha portato i corridori fino a Linguaglossa. 

Al termine della frazione per Thomas, con ferite lungo la parte sinistra del corpo, il distacco è davvero notevole. Stesso discorso per l'altro favorito finale Simon Yates, arrivato a 4 minuti e 22 secondi dal vincitore. Domani il Giro resterà in Sicilia con l'ultima tappa nell'Isola: partenza da Catania e arrivo a Villafranca Tirrena. Un totale di 140 chilometri in cui potrebbero farla da padroni i velocisti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×