Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il Giardino di Toti, uno spazio a misura di disabile
«Le emozioni chiave della relazione con l'ambiente»

Nelle campagne di Modica prende forma l'albergo etico voluto da Muni Sigona, mamma di Toti, un ragazzo autistico. L'ultimo passo è stato lanciare un concorso per designer che dovranno disegnare lo spazio esterno

Danilo Daquino

Uno spazio speciale, un giardino per un albergo etico, destinato a ospitare giovani affetti da autismo o con altre disabilità. Nelle campagne di Modica prende forma il sogno di Muni Sigona, mamma di Toti, un ragazzone ventenne autistico. Per realizare Il giardino di Toti è stato lanciato un concorso per selezionare i designer che avranno il compito di progettare gli arredi per esterno. 

Il concorso nasce dalla collaborazione tra architetti e aziende siciliane operanti nel settore dell’edilizia e dell’ecodesign ed è aperto a studenti e professionisti che non abbiano superato i 36 anni di età – individualmente o riuniti in team.

Il giardino di Toti sorgerà accanto alla storica dimora della famiglia. «Siamo nella fase in cui la villa sarà resa accessibile e quindi dobbiamo anche pensare all’arredo – spiega a MeridioNews Muni Sigona, presidente della onlus – l’idea di avere, in particolare, un angolo bar in ecodesign è dettata dal fatto che per me è importante pensare a quanto i ragazzi possano essere occupati durante la loro giornata». 

Il concorso si suddivide in tre tipologie: sedute, area svago e totem esplicativo. È prevista la «realizzazione di due sedute di dimensioni contenute da utilizzare nel periodo estivo e da riporre durante la stagione invernale», la «realizzazione di un bancone bar che resterà per tutto l’anno all’esterno» e provvisto di tutti gli impianti, da quello idrico a quello elettrico ed illuminante, e infine la «realizzazione di un totem esplicativo degli spazi destinati all’albergo etico e al giardino», che dovrà contenere la storia dell’associazione e avere un alto livello di interazione degli utenti. 

Il tutto deve tener conto delle diversità sia fisiche che cognitive dei vari fruitori. «Gli studi condotti dimostrano che nelle persone affette da sindrome di natura genetica, quali per esempio la sindrome di Kanner o autismo, il fattore emozionale rappresenta la chiave per ristabilire la relazione tra persona e ambiente circostante», si legge nel bando, dove viene specificato come i «soggetti autistici tendono ad elaborare le informazioni sensoriali in modo diverso dalle altre persone, con la tendenza ad essere iper o ipo-sensibili agli stimoli esterni come la luce, il suono, la temperatura e la superficie degli oggetti». 

Gli arredi da progettare dovranno dunque soddisfare sia la richiesta di benessere di tutti i fruitori del giardino, ospiti e personale dell’albergo etico, in termini di benessere visivo, olfattivo e tattile, sia la sostenibilità ambientale, attraverso l’utilizzo di materiali naturali. Potranno essere utilizzati, difatti, solamente paglia, bamboo, legno, cartone e terracruda: il tutto, ovviamente, dovrà rispondere ai requisiti di sicurezza relativi alla stabilità, alla resistenza al fuoco, alla manutenzione e alla fruibilità anche dei diversamente abili. 

«I ragazzi trascorreranno molto tempo nel giardino, pertanto è importante arredarlo a loro misura – aggiunge Muni Sigona – la scelta del materiale è di fondamentale importanza per ragioni di sicurezza e nel rispetto dell’ambiente». Per ogni sezione è previsto un premio di 800 euro per i progetti primi classificati e i tre vincitori avranno la possibilità di realizzare gli elementi avvalendosi di un budget assegnato dall’organizzazione del concorso. 

Le candidature vanno inviate entro l'1 dicembre 2019 e le selezioni verranno poi effettuate da una giuria tecnica composta da Pilar Diez, Ko Nakamura, Dario Alvarez, Luigi Prestinenza Puglisi, Andrea Branciforti e da un comitato scientifico di cui fanno parte Gaetano Sciuto, Lino D’Urso, Gianfranco Gianfriddo, Alessandro Greco, Luigi Patitucci e Ignazio Lutri.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews