Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Amianto, al centro di Augusta superate le 1200 visite
L'appello: «Per lo screening serve azzerare il ticket»

Lo staff della struttura del Muscatello dedicata alla fibra killer è composta da tre infermieri, due pneumologi e una oncologa. Adesso, con la nuova rete ospedaliera, sono in arrivo altri tre medici. «Siamo soddisfatti ma contestiamo le modalità di accesso»

Marta Silvestre

«È il minimo che si possa restituire a uno dei territori più martoriati dalla fibra killer». Lo sa bene Calogero Vicario, coordinatore regionale dell’Osservatorio nazionale amianto (Ona) che da ex saldatore del polo petrolchimico di Priolo Gargallo è affetto da una malattia asbesto correlata. La restituzione sta nell'attivazione del centro regionale di diagnosi e cura delle patologie derivanti dall'amianto all'ospedale Muscatello di Augusta. Aperta da oltre un anno, la struttura è diventata operativa alla fine del 2018 con uno staff medico composto da tre infermieri, due pneumologici e una oncologa. Adesso, in previsione della nuova rete ospedaliera, il direttore generale dell'Asp di Siracusa Salvatore Ficarra, ha assegnato tre ulteriori oncologi. «Stando ai dati in nostro possesso - spiega a MeridioNews Vicario - finora sono 1.200 le visite già effettuate per la sorveglianza sanitaria da amianto». 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×