Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Vento e pioggia sul Sud-Est, distrutte serre e coltivazioni
«Rovinato 60% del raccolto», da domani conta dei danni

Da stamattina gli agricoltori di Pachino, Ispica, Portopalo e Solarino sono in giro per verificare i danni del maltempo. Domani nei territori colpiti arrivano l'assessore Bandiera e gli ispettori. Scuole chiuse domani e partita rinviata. Guarda le foto

Salvo Catalano

«Siamo in giro tra le serre dalle sette e mezza di questa mattina, a occhio possiamo dire che il 60 per cento del raccolto è distrutto». Sebastiano Cinnirella coltiva pomodorino a Pachino e oggi conta i danni del vento che da ieri sta colpendo il Sud-Est della Sicilia. Serre abbattute, piante distrutte, plastica volata via. «Un albero è caduto sulla cuccia del mio cane uccidendolo», aggiunge l'agricoltore. Condizioni simili stanno soffrendo tanti suoi colleghi nelle province di Siracusa e Ragusa, in particolare tra Pachino, Portopalo, Ispica e Solarino.

Canicattini

Floridia

Marzamemi

Pachino, foto di Misericordia Pachino Onlus

Serre a Pachino

Serre a Pachino

Serre a Pachino

Serre a Pachino

Serre a Pachino

Serre a Pachino

Serre a Pachino

Domani in questi territori è prevista la visita dell'assessore regionale all'Agricoltura, Edy Bandiera. «Stamani sono già stati inoltre prontamente allertati - si legge in una nota dell'assessorato - gli Ispettorati provinciali dell'Agricoltura, che domattina, essendo peraltro il danno ancora in corso, si recheranno sul campo per una prima stima dei danni, presupposto fondamentale per avviare qualsiasi iniziativa a tutela dell'agricoltura».

Proprio nel centro abitato di Pachino, un grande albero è caduto su un rifornimento di benzina, mentre a Siracusa città il vento ha staccato da terra alcuni cartelloni pubblicitari che sono finiti sulle auto. Il servizio di Protezione Civile ha informato i siracusani sulle cattive condizioni meteo invitando ad evitare gli spostamenti. Vigili del fuoco in azione tutta la notte per tetti scoperchiati, alberi abbattuti, tabelloni pubblicitari caduti per terra ed anche sulle auto in sosta e spazzatura sparsa per le strade. Decine gli interventi nel capoluogo ed in tutta la provincia. Pali dell'Enel abbattuti hanno lasciato senza energia elettrica alcune zone. Al pronto soccorso dell'ospedale Umberto I il vento ha sradicato il tetto di protezione utilizzato dalle ambulanze e strappato nella frazione di Belvedere il telone di copertura del pallone tensostatico. 

Nella zona sud della provincia, allagata la Balata di Marzamemi (Pachino), con raffiche di grecale che sfioravano i 47 chilometri orari. Difficile al momento fare una conta totale dei danni. Numerosi anche gli interventi dei carabinieri per aiutare automobilisti in difficoltà a causa della neve caduta in abbondanza nelle zone montane, soprattutto sulla strada provinciale tra Melilli, Villasmundo e Sortino e sulla Sortino-Carlentini, dove un pullmino che trasportava disabili è rimasto in panne. 

Il vento continua a creare pesanti disagi anche alle isole Eolie dove ieri ha pure nevicato. Per il secondo giorno consecutivo i collegamenti marittimi sono interrotti. Una violenta mareggiata ieri sera ha colpito in particolare la frazione di Canneto a Lipari: le strade sono state allagate e alcune abitazioni danneggiate dalla furia delle onde. I vigili del fuoco e i volontari della Protezione civile sono dovuti intervenire anche con le ruspe per ripulire tutto il lungomare da terriccio e sabbia. Anche ad Acquacalda la violenza del mare ha raggiunto l'abitato di San Gaetano.

Sempre a causa del vento domani tutte le scuole chiuse a Siracusa, in via precauzionale, per consentire un controllo di sicurezza degli spazi scolastici da parte dei tecnici comunali. Intanto il sindaco Francesco Italia ha attivato il Centro operativo comunale per far monitorare e gestire l'emergenza meteo. I tecnici comunali e le forze di protezione civile sono operativi da stanotte su tutto il territorio comunale, dove è in corso lo sgombero delle carreggiate ostruite da alberi caduti e detriti trascinati dal maltempo. Le intense raffiche di vento delle ultime ore hanno danneggiato anche i pannelli della pensilina dello stadio, pertanto per motivi di sicurezza la partita in calendario oggi è stata rinviata.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×