Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ars, via libera al Defr alla seconda votazione
Ok pure all'esercizio provvisorio fino ad aprile

L'Assemblea regionale ha approvato il documento di economia e finanza che ieri era stato bocciato, nel corso di una seduta in cui erano emerse ancora una volta le fragilità della coalizione che sostiene Musumeci. Il testo stavolta ha ricevuto l'ok. Passata anche la proposta riguardante l'estensione della gestione in dodicesimi per altri 30 giorni

Roberto Chifari

Via libera al Defr al secondo tentativo. La coalizione che sostiene il governo Musumeci all'Ars ha approvato il Defr. Il documento di economia e finanza regionale, che era stato bocciato ieri da sala d'Ercole, è stato approvato questo pomeriggio con 33 voti favorevoli. Su 63 votanti, 27 sono stati i contrari mentre tre si sono astenuti. «Dopo il passaggio in Commissione - ha detto l'assessore all'economia Gaetano Armao -. Il Defr è stato riallineato, abbiamo spiegato come sarà trovata la copertura finanziaria sui 415 milioni di euro di disavanzo. Si tratta di recuperare i soldi dall'ultimo triennio di Iva per circa 40 milioni, il recupero dell'Irpef per altri 50 milioni e dei tributi di riscossione Sicilia. In commissione - ha proseguito - si è chiesto di modificare i punti più deboli del documento e noi lo abbiamo fatto in maniera proficua».

Subito dopo l'ok del Defr, l'Aula ha votato per l'esercizio provvisorio che ha visto 35 favorevoli, 29 astenuti. Nessuno ha votato contro. «Le modifiche richieste in commissione sono state pienamente soddisfatte - ha detto Alessandro Aricò, parlamentare di Diventerà Bellissima -. C'è stata da parte del governo una grande apertura alle altre forze politiche, abbiamo ascoltato le loro modifiche per scrivere il nuovo ordine del giorno a supporto del Defr». Critico il deputato Claudio Fava, della lista Cento Passi. «È arrivato in Aula un documento praticamente identico a quello di ieri. Non riteniamo che il Defr sia stato modificato sostanzialmente».

Nessun commento da parte del presidente del Regione Nello Musumeci, che ha preso la parola solo per presentare il nuovo assessore all'Energia, Alberto Pierobon. «Da oggi integriamo in squadra l'assessore Pierobon - ha detto in Aula Musumeci -. Ci aveva chiesto qualche settimana per concludere alcune situazioni particolari ma da oggi farà parte della nostra squadra di Governo».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×