Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Nebrodi, senatore Campanella su silenzio di Crocetta
«Solidarietà di rito, ma Regione conosceva criticità»

L'esponente di Sinistra italiana annuncia un'interrogazione per chiedere al governo di «ricostruire l'inquietante vicenda» di Case Trapesi. L'immobile a cui fu dato fuoco a Cesarò nel 2012. Pochi mesi dopo la relazione con cui l'Azienda foreste invitava la Regione a cambiare passo sulle concessioni dei terreni demaniali

Redazione

«Mi chiedo come sia possibile che del rogo di Case Trapesi nessuno abbia saputo nulla». A dichiararlo è il senatore di Sinistra italiana Francesco Campanelladopo la scoperta di MeridioNews della relazione con cui, a novembre 2012, l'Azienda foreste demaniali informò il presidente della Regione Rosario Crocetta dell'esigenza di intervenire nella gestione delle concessioni ai privati in tema di terreni e immobili. 

Un invito a favorire l'indizione di gare pubbliche che, di fatto, precedeva di almeno un anno l'impegno del sindaco di Troina Fabio Venezia, prima, e del presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, dopo, contro quella mafia dei Nebrodi su cui il governatore ha iniziato a pronunciarsi soltanto a fine 2014, quando insieme al presidente del Parco fu destinatario di minacce anonime

In realtà, un bando già a inizio 2013 fu predisposto. Riguardava appunto l'affidamento di Case Trapesi - immobile demaniale situato a Cesarò, sui Nebrodi - ma non portò a nulla. O meglio, suscitò soltanto la risposta violenta di chi non vedeva di buon occhio la decisione di seguire la strada della «trasparenza e della legalità»: a ridosso della firma del contratto, infatti, la struttura venne incendiata. Nonostante la gravità, quell'episodio passò sotto silenzio. La conferma di quanto scoperto da MeridioNews arriva da Carmelo Di Vincenzo, dell'Ispettorato forestale di Messina. «Il rogo è avvenuto all'interno di Case Trapesi - dichiara -. Di quelle indagini si è saputo poco».

Con ancora nell'aria la tensione seguita all'attentato ad Antoci, Campanella commenta le reazioni delle istituzioni a quell'episodio. «I servitori dello Stato che svolgono con coraggio il proprio lavoro non possono essere lasciati da soli nelle battaglie di ogni giorno per poi essere sommersi da rituali messaggi di solidarietà nel momento in cui si verificano situazioni limite», si legge in una nota del senatore. 

Campanella sottolinea poi che «le criticità nell'assegnazione in concessione dei beni demaniali erano state sottoposte all'attenzione dell'amministrazione regionale con largo anticipo» e promette per la prossima settimana un'interrogazione parlamentare in cui verrà chiesto al governo Renzi di «fornire tutte le informazioni utili a ricostruire questa inquietante vicenda».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews