Castrofilippo, obbligo firma per ex direttore delle poste
Avrebbe truffato anziani prendendo soldi dai libretti

Redazione

Cronaca – I carabinieri hanno fermato il 56enne D.R.V. con l'accusa di truffa aggravata. L'uomo era già stato sospeso in via cautelativa da Poste Italiane per un ammanco di circa 50mila euro 

Si sarebbe accaparrato dei soldi depositati nei propri libretti da pensionati e avrebbe anche sottratto somme alla cassa automatica. Questa l'accusa per l'ex direttore dell'ufficio postale di Castrofilippo, arrestato oggi dai carabinieri, su disposizione del gip del tribunale di Agrigento.

L'uomo, D.R.V. di 56 anni, era già stato sospeso in via cautelare da Poste Italiane, dopo che la società aveva registrato un ammanco di circa 51mila euro. Dalle indagini, però, è emerso che l'ex direttore avrebbe truffato anche una serie di persone, che avevano riposto in lui fiducia. 

Vittime soprattutto anziani pensionati, ma anche una casalinga. Alle quali il 56enne avrebbe sottratto complessivamente 180mila euro. A casa dell'uomo sono stati trovati codici pin dei clienti, tra loro anche una donna di 89 anni. Il giudice per le indagini preliminari ha disposto il sequestro di beni per il valore di 200mila euro, più l'obbligo di firma davanti alla polizia giudiziaria.