Sostare, polemica su Carta servizi da settemila euro Cos’è e cosa contiene il documento sulle strisce blu

Poco meno di 389 euro a pagina, grafica inclusa. È questa la cifra spesa dalla società partecipata al cento per cento dal Comune di Catania, la Sostare, per avere la sua Carta dei servizi. Una somma che, nel giro di poche ore, ha sollevato un vespaio di polemiche corse molto velocemente sui principali social network. Critiche che sono piovute sul presidente della ditta, il penalista Luca Blasi, e sull’autore del documento, lo scrittore catanese a lui vicino Ottavio Cappellani. All’autore, infatti, con un affidamento diretto in economia la partecipata ha assegnato lo scorso 26 ottobre «redazione carta servizi, testo e documenti aziendali per un importo complessivo di settemila euro», come si legge nel procedimento pubblicato sul sito di Sostare. «Sono sicuro di avere recato un vantaggio alla società, sia in termini economici che di immagini», replica il vertice dell’azienda che gestisce il parcheggio a pagamento nel capoluogo etneo. 

La Carta dei servizi è un documento attraverso il quale un’azienda che svolge attività pubbliche si presenta ufficialmente ai clienti, precisando quali sono le proprie prestazioni e i relativi standard. Introdotta 23 anni fa da una direttiva del presidente del Consiglio (era il 27 gennaio 1994), nasce come uno strumento utile sia alla ditta che se ne dota che all’utenza. In molti casi però, le pubbliche imprese sono indietro su questo fronte. «Quest’anno, per essere in regola con la legge, bisogna produrla entro il 31 gennaio 2017. Il termine, poco dopo, è stato prorogato al 30 aprile ma, a quindici giorni della prima scadenza la Sostare era l’unica a posto», attacca Luca Blasi. Il quale aggiunge: «Non solo ne eravamo dotati ma, a mio avviso, avevamo ricevuto un documento eccellente sotto ogni profilo». 

«Avrei molte cose da dire in effetti ma ritengo che la sede più opportuna per proseguire su questa polemica non sia la stampa», dichiara a MeridioNews Ottavio Cappellani. Il documento di Sostare (leggi), nello specifico, è formato da 18 pagine che includono una sezione in cui si trova la presentazione della ditta, i suoi principi ispiratori, le finalità e la mission. A questa ne segue un’altra con informazioni più tecniche come le tariffe, le aree di rimozione dei veicoli, le forme di pagamento, le multe, gli abbonamenti e gli orari di attività sul territorio. A chiudere una lunga lista di contatti. «L’affidamento diretto è andato a Ottavio Cappellani sulla base del suo curriculum e del preventivo di spesa, quest’ultimo del 50 per cento abbondante inferiore ai prezzi di mercato a parità di professionalità», spiega Luca Blasi. «Lo scrittore è stato scelto pure perché possiede la partita Iva per lo sviluppo di testi, il cosiddetto storytelling, un lavoro che ha svolto per tre anni consecutivi alla casa automobilistica Audi, in Germania», aggiunge il presidente di Sostare. 

«Non capisco e non commento il resto delle questioni nate attorno a questa vicenda – continua – L’autore della Carta dei servizi si è pure occupato della grafica e dell’impaginazione compatibile con il nostro sito, sul quale il documento è stato caricato, concentrando in un unico soggetto, con un solo prezzo, quello per cui sarebbero stati necessarie almeno due figure». Il file caricato sul sito della partecipata comunale è un pdf che contiene poco meno di tremila parole, inclusi titoli dei paragrafi, numeri di telefono e indirizzi (email e fisici). Per un costo di circa tre euro a parola, ancora una volta comprensivi di impaginazione e grafica. Per Luca Blasi il risparmio per le casse della società, in questo caso, è stato notevole, così come quello generale sul lavoro: «A parità di curriculum, un affidamento del genere, con un po’ di fortuna, non sarebbe mai costato meno di diecimila euro considerato che la media è tra 15 a 20mila».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Lo scrittore Ottavio Cappellani è stato pagato settemila euro dalla società che gestisce il parcheggio a pagamento in città per redigere il pdf sull'offerta della partecipata. Sul web le critiche sono corse veloci. «A un altro professionista, per la stessa attività, avremmo dovuto dare tra i 15 e i 20mila euro», dice il presidente Luca Blasi

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]