Elizabeth, regina etnea della mtb arrivata dall’Inghilterra «Ho iniziato a pedalare per conoscere meglio la Sicilia»

Fare sport in Sicilia, solitamente, si scontra con carenze infrastrutturali decisive. Gli stadi e i palazzetti dello sport sono vecchi o versano spesso in condizioni non ottimali. C’è una disciplina, però, che sfugge a questo male comune. Si tratta della mountain bike, attività in costante crescita: una delle grandi protagoniste, a livello regionale e non solo, è una inglese che vive nell’Isola da poco più di vent’anni. Elizabeth Simpson da Napton (Warwickshire, non lontano da dove nacque Shakespeare) è una delle punte di diamante del Frm Racing Tem, squadra con sede a Nicolosi che, tra le sue fila, annovera anche Carmelo Di Pasquale, due volte campione italiano della disciplina Marathon

L’amore per questo sport di fatica, sudore e immersione totale nella natura comincia nel 1998, anno del trasferimento in Sicilia. «Ho iniziato a pedalare per conoscere meglio questa regione, le gare non le conoscevo. All’inizio ero solo escursionista – ricorda Simpson – poi un anno dopo ho iniziato a fare gare a livello provinciale e regionale. Ho gareggiato a Ragusa e con molte squadre etnee. Ho corso anche per la nazionale britannica, laureandomi campionessa di Marathon nel 2007. Adesso sono mamma – sorride l’intervistata – e non ho tutto il tempo disponibile come in precedenza. Mi trovo benissimo con i miei compagni di squadra: mi danno un grande entusiasmo per continuare».

Il percorso Sicilia-Inghilterra, solitamente, viene percorso in direzione sud-nord da tanti ragazzi in cerca di lavoro. La sua, invece, è stata una scelta controcorrente. «Ero appena laureata e, a 22 anni, non sapevo cosa volevo fare. Seguendo la scelta di molti inglesi qui – dice Simpson – ho iniziato a lavorare nelle scuole come assistente di lingua. Adesso, sono lettrice all’università di Catania. La vita è meno stressante rispetto all’Inghilterra – ricorda l’atleta, che vive a Nicolosi – anche la qualità del cibo è superiore». La possibilità di scoprire nuovi percorsi, poi, è pressoché infinita. «Il clima permette di allenarci tutto l’anno. Ci sono tante zone diverse poi, con percorsi assai variegati. Dall’Etna ai Peloritani, passando per sentieri marittimi (le Chiazzette ad Acireale) e fluviali (giro attorno al fiume Simeto). C’è l’imbarazzo della scelta». 

I suoi programmi sono variati nel corso degli anni. «Facevo molto cross-country. Ora preferisco le marathon (gare che variano dagli 80 ai 100 chilometri, ndr). Il mio programma annuale sarà deciso passo dopo passo». L’unico neo riguarda la scarsa partecipazione femminile. «Rispetto a venti anni fa ci sono sempre più persone che praticano questo sport. Le donne, però, sono rimaste poche. Molte pensano sia uno sport da uomini – ribadisce Simpson – ma dipende da ciò che si vuol fare, non per forza bisogna impegnarsi in allenamenti massacranti». Le fa eco la presidentessa del FRM Racing Team Chiara Paparo. «È un fatto culturale, le donne magari si trovano in difficoltà in un ambiente prettamente maschile. Il movimento però è in grande crescita – aggiunge la dirigente – Sempre più stranieri giungono in Sicilia, grazie anche a manifestazioni come l’Etna Marathon e l’Etna Extreme. Il nostro vulcano è un grande richiamo».


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]