Calcio Catania, sconfitta dall’amaro in bocca Vittoria della Paganese allo stadio Massimino

Una serata storta e una sconfitta che lascia l’amaro in bocca, per tutte le occasioni da goal sprecate durante il match. Finisce con una sconfitta casalinga il recupero della ventiduesima giornata di campionato giocato dal Catania contro la Paganese, vittoriosa 1-0 al Massimino grazie al goal segnato da Zanini al 15’.

Bravi i campani ad approfittare dell’unico vero tiro in porta della squadra di Grassadonia, capace di reggere davanti ai vani tentativi di rimonta dei padroni di casa. Netta la differenza in campo tra le due squadre, con il Catania notevolmente superiore agli avversari dal punto di vista tecnico ma estremamente sciupone davanti all’estremo difensore della Paganese. Una sconfitta che interrompe il momento positivo della formazione di Francesco Baldini, spinta per tutta la partita dalla Curva Nord, che non ha mai smesso di incitare la squadra in campo, nella speranza di aiutarla a trovare quanto meno il goal del pari.

Sfuma così l’obiettivo del Catania di centrare tre successi consecutivi, dopo quelli conquistati contro Juve Stabia e Virtus Francavilla, per allontanare in modo deciso quella zona playout che oggi dista solo quattro punti. Adesso per i colori rossazzurri si profilano dieci giorni di fuoco, con la trasferta di Avellino in programma sabato 26 febbraio alle 14:30 e, soprattutto, l’asta di vendita del 4 marzo che segnerà un momento decisivo per la storia del club etneo.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento