Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Coronavirus, auto in fila allo Stretto nella notte
Musumeci: «Basta, non siamo carne da macello»

Il presidente della Regione pubblica un fermo immagine in cui si vedono diverse macchine incolonnate agli imbarcaderi e chiede l'intervento del governo nazionale. Il sindaco di Messina De Luca: «Stasera andrò io personalmente, Musumeci mi segua»

Redazione

«Mi segnalano appena adesso che a Messina stanno sbarcando dalla Calabria molte persone non autorizzate. Non è possibile e non accetto che questo accada». Con un post su Facebook attorno a mezzanotte, accompagnato da una foto che ritrae molte auto in fila agli imbarcaderi dello Stretto, Nello Musumeci batte i pugni e chiede che i divieti siano applicati e non rimangano sulla carta.

«Ho chiesto al prefetto di intervenire immediatamente - aggiunge - C’è un decreto del ministro delle Infrastrutture e del ministro della Salute che lo impedisce. Pretendo che quell’ordine venga rispettato e che vengano effettuati maggiori controlli alla partenza. Il governo nazionale intervenga perché noi siciliani non siamo carne da macello!»

Poi un'ora dopo un secondo post. «Ho appena avuto conferma dalla prefettura di Messina che saranno ulteriormente intensificati i controlli sullo Stretto. Possono passare, alla luce del provvedimento nazionale, SOLO i pendolari che svolgono servizio pubblico, come sanitari, forze armate e di polizia. BASTA. Stiamo facendo sacrifici enormi e bisogna dare certezze a tutti i cittadini che questa fase è seguita con impegno».

Ieri, in seguito al fermo di molte attività produttive, per scongiurare un nuovo ritorno di massa di lavoratori al Sud, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un nuovo decreto che vieta gli spostamenti fuori dal proprio Comune, al netto dei motivi di salute, lavoro e assoluta urgenza.

In mattinata il sindaco di Messina Cateno De Luca annuncia che stasera andrà personalmente agli imbarcaderi, «a costo di farmi arrestare», dice annunciando di preparare «una diffida contro il Governo nazionale, il Prefetto di Messina, di Reggio Calabria e dei Questori: voglio capire che cosa è successo stanotte». 

«Dovete smetterla di emanare provvedimenti se poi non avete la forza di farli applicare - attacca, rivolgendosi ai ministri della Salute e dell'Interno - perché è un’umiliazione per me che sono in trincea e non nei Palazzi dorati. È umiliante anche per chi continua a stare murato in casa. Cari ministri, prefetti e questori, organizzatevi perché io stasera sarò lì, a non fare passare nessuno. Non ci lasceremo più prenderci in giro: si deve realmente schierare l’esercito sulle sponde dello Stretto».

«Invito anche il Presidente Musimeci a seguirmi - aggiunge - basta con le proteste isolate. Venga con me stasera sulla sponda dello Stretto. Non permetta a nessuno di giocare con la pazienza dei siciliani».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews