Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Femminicidio a Mazara, tre denunce ma poi era tornata
La donna per un periodo aveva scelto una casa protetta

Per un breve periodo della sua vita, Rosalia Garofalo era riuscita a dire basta alle vessazioni a cui era sottoposta dal marito. Ma poi avrebbe puntualmente rititrato le denunce e sarebbe tornata dall'uomo che ieri l'ha uccisa

Pamela Giacomarro

Un delitto atroce, annunciato. Per trent'anni Rosalia Garofalo ha vissuto con il suo aguzzino. Botte, minacce, suprusi di ogni genere. Tre le denunce presentate dalla donna, l'ultima ad ottobre ma che poi aveva ritirato. Rosalia aveva anche provato a fuggire da quell'orrore. Per un periodo aveva trovato riparo all'interno di una comunità che dà riparo alle donne vittime di violenza. Ma poi è tornata dal marito Vincenzo Frasilio, all'interno di quella villetta immersa nelle campagne di Mazara del Vallo, in via Calypso, dove mercoledì sera si è consumata la tragedia. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale, dopo 3 contenuti gratuiti, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Accedi

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews