Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

L'onda lunga delle Sardine, arrivano a Catania e Messina
«Vicino a Natale perché così ci hanno chiesto i fuorisede»

Sabato pomeriggio il primo flash mob nel capoluogo etneo, mentre il 21 dicembre sarà la volta della città dello Stretto. Ad organizzare sempre giovani appassionati. Anche dalla provincia si stanno organizzando pullman per esserci

Simona Arena

Sabato sera a Catania e il 21 dicembre a Messina. Il movimento delle Sardine arriva anche in Sicilia orientale, dopo il partecipato evento di Palermo. Il primo appuntamento è per il 7 dicembre alle 18 in piazza Duomo a Catania. Il secondo quattro giorni prima di Natale alle 17.30 in piazza Municipio a Messina. In entrambi i casi, come nel resto d'Italia, a organizzare sono giovani appassionati. 

Nella città dello Stretto la data scelta non è casuale, ma è stata pensata «per rispondere alle molteplici richieste da parte dei tanti concittadini emigrati, che tornano sulle rive dello Stretto per trascorrere il periodo natalizio con le loro famiglie. Per questi messinesi - spiegano gli organizzatori - è importante e di grande significato manifestare qui: nessuno dovrebbe essere costretto a lasciare la propria terra, piuttosto i giovani, ma ormai anche i meno giovani, dovrebbero avere l’opportunità di realizzarsi professionalmente nella propria città e, al tempo stesso, fornire il contributo per la crescita del territorio per il quale sentono un forte senso di appartenenza».

Se a Catania, a organizzare l'evento di sabato è in prima linea Irene Di stefano, giovane psicologa, a parlare a Messina non è un portavoce, ma un gruppo, «di giovani (e meno giovani) di diverse estrazioni sociali, con trascorsi diversi, con vite diverse, sogni diversi, lavori diversi: un chimico, due mediatrici culturali, studenti universitari, liberi professionisti, impiegati, disoccupati». Ad accomunarli le idee su antifascismo, solidarietà, antirazzismo, accoglienza, rispetto e non-violenza. «Crediamo che una società ed una politica diversa siano possibili e da cittadini ci siamo sentiti obbligati a dirlo. Ci siamo uniti per non sentirci soli rispetto ad un mondo divisivo che mette gli uni contro gli altri per far passare che ci sono categorie sociali migliori e peggiori». Sono convinti che la gente ha bisogno di tornare in strada, perché c’è voglia di dare un segnale. «C’è bisogno di speranza, lontano dalla retorica e dagli slogan populisti che sentiamo in continuazione».

Il fumettista messinese Lelio Bonaccorso ha sposato la causa e per l’occasione ha realizzato un disegno, creato su ispirazione dello scrittore Graziano Delorda, pure lui messinese. Su Facebook il gruppo #6000 Sardine Messina, intanto, ha superato quota settemila. «Già sono giunte adesioni anche dai comuni della provincia, dove si stanno organizzando dei pullman per raggiungere Messina». L'invito è a presentarsi in piazza «colorati, gioiosi, con i vostri bambini e senza bandiere di partito».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews