Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Giro d'Italia 2020, ecco le tre tappe siciliane
In vetrina Monreale, Valle dei Templi e l'Etna

Ufficializzato il percorso della corsa rosa: dopo le prime tre tappe in Ungheria, si riparte dalla Sicilia con tre frazioni: la Monreale-Agrigento, la Enna-Piano Provenzana e la Catania-Villafranca Tirrena

Salvo Catalano

Svelato oggi pomeriggio ufficialmente il percorso del Giro d'Italia 2020 che segna il ritorno della carovana rosa in Sicilia per tre tappe: la quarta, martedì 12 maggio, da Monreale ad Agrigento; la quinta, mercoledì 13 maggio, da Enna ai 1.800 metri di Piano Provenzana sull'Etna; e la sesta, giovedì 14 maggio, da Catania a Villafranca Tirrena, nel Messinese. 

Dopo tanti rumors arriva quindi l'ufficialità di un percorso che si presenta vario e per nulla banale, come ormai da consuetudine in tutte le ultime edizioni in cui il Giro ha scelto la Sicilia. In evidenza tre siti Unesco dell'isola: il Duomo di Monreale, la Valle dei Templi e l'Etna. A differenza di qualche indiscrezione degli ultimi mesi, il vulcano ci sarà e da un versante inedito. Quello che, salendo da Linguaglossa, porta a Piano Provenzana. Anche nel 2018 la corsa rosa è arrivata sull'Etna, ma dal versante di Ragalna, fino all'Osservatorio astrofisico. Mentre l'anno prima il traguardo di una tappa partita da Cefalù era stato posto al Rifugio Sapienza. 

Andando con ordine, dopo le prime tre frazioni in Ungheria (prima volta di una corsa a tappe in un Paese dell'est), la carovana torna in Italia e riprende il suo viaggio da Monreale. La quarta tappa, 136 chilometri, procederà verso Lercara Friddi e poi nell'Agrigentino. L'arrivo ad Agrigento sarà nella parte alta della città, lungo viale della Vittoria. 

La quinta tappa, 150 chilometri, partirà da Enna (e non da Caltanissetta come trapelato nei giorni scorsi) e affronterà nel finale la salita verso i 1.775 metri di Piano Provenzana. La corsa rosa affronterà il versante Nord, dedicata dal Parco ciclistico dell'Etna al compianto Michele Scarponi. Si tocherà Bronte, Randazzo, Linguaglossa per poi salire in quota.

La sesta tappa partirà da Catania, la prima parte sarà mossa con il passaggio dalle Gole dell'Alcantara e la salita a Portella Mandrazzi, sui Peloritani, a quota 1.132 metri. Quindi in picchiata verso il mar Tirreno: gli ultimi 32 chilometri sono infatti interamente pianeggianti e lungo la costa, fino a Villafranca Tirrena. Tappa per velocisti.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews