Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il sindaco di Lentini diffida i deputati del nuovo gruppo Ars
«Ora Sicilia? Nome di mia proprietà, lo ritirino o denuncio»

Saverio Bosco è stato eletto nel 2016 sostenuto dal suo movimento Ora. Lo stesso nome scelto da Luigi Genovese, Daniela Ternullo e Luisa Lantieri per il neonato gruppo a sostegno di Musumeci. «È un marchio registrato, usato senza permesso»

Danilo Daquino

Una diffida indirizzata ai deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana Luigi Genovese, Daniela Ternullo e Luisa Lantieri per chiedere di non utilizzare il nome del movimento Ora. A firmarla sono i legali del sindaco di Lentini Saverio Bosco, che hanno ricevuto il mandato dal primo cittadino dopo che si è accorto che il nome del suo movimento, era stato dato anche al gruppo dei moderati all’Ars costituito proprio dai tre onorevoli

«L’ho appreso dalla stampa – spiega Bosco a MeridioNews – ovviamente non ha nulla a che fare con il movimento Ora nato a Lentini nel 2015 e ne prendiamo le distanze», chiarisce subito. Secondo quanto si apprende, il logo e il nome del movimento del primo cittadino siracusano sono stati registrati regolarmente presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi, un anno prima dell’elezione di Bosco e «quindi sono di mia proprietà e dei componenti». Da qui la scelta di mandare una diffida ufficiale a Genovese, Ternullo e Lantieri, in cui viene chiesto esplicitamente di «cessare l’indebito utilizzo della denominazione Ora» e di rettificare, entro tre giorni, quanto è stato già comunicato alle testate giornalistiche che hanno diffuso la notizia sulla nascita del nuovo gruppo parlamentare. Al momento pare non sia arrivata nessuna replica da parte dei tre diretti interessati, che si sono messi insieme per sostenere il governatore Nello Musumeci, consolidando così la sua maggioranza che da 36, adesso può contare su 37 parlamentari su 70. La nuova arrivata è Lantieri, che prima di questo cambio di rotta sedeva tra i banchi del Pd.

Il nome del nuovo gruppo parlamentare è stato depositato nel pomeriggio del 20 giugno scorso all’Ars, ma per essere ufficializzato si aspetta la prossima seduta di Sala d’Ercole, fissata per il 25 giugno. Quello che è certo è che se il nome dovesse essere mantenuto, il sindaco di Lentini è già pronto a incaricare gli avvocati per procedere con la denuncia. «Il nostro marchio è tutelato in quanto depositato, quindi nessuno può utilizzarlo senza la mia autorizzazione. Se i tre parlamentari non vorranno rinunciare al nostro simbolo – scherza Bosco – vorrà dire che mi riconosceranno come loro capo politico, e nominerò io l’assessore in giunta Musumeci, perché non credo che questo progetto abbia altre mire oltre a questa».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.