Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ars, nasce il nuovo gruppo parlamentare Ora-Sicilia
Lantieri dal Pd alla maggioranza, c'è pure Genovese

Se n'era parlato tanto e oggi pomeriggio è stato depositato all'Ars: si tratta del nuovo gruppo dei moderati a sostegno di Nello Musumeci. Lo formano tre deputati: una di questa, Luisa Lantieri, era all'opposizione

Miriam Di Peri

È stato depositato questo pomeriggio all'Assemblea regionale siciliana e sarà ufficializzato nella prossima seduta di Sala d'Ercole, il 25 giugno. Si chiama Ora-Sicilia ed è il gruppo parlamentare dei moderati, al centro di tantissime indiscrezioni del Palazzo nelle ultime settimane.

A formarlo, i deputati Luigi Genovese, proveniente da Forza Italia, Luisa Lantieri, eletta nelle liste del Partito Democratico e la siracusana Daniela Ternullo, fedelissima di Giuseppe Gennuso, e subentrata proprio al suo padrino politico dopo che è stato sospeso in applicazione della Legge Severino a causa dell'indagine in cui è coinvolto. Ternullo fino a ieri è stata iscritta al gruppo dei Popolari e Autonomisti. 

In tutti e tre i casi si tratta di esponenti borderline rispetto alle forze politiche da cui provenivano. E, certo, i segnali c'erano già stati. Tanto in Aula, dove non di rado si erano espressi in termini dissonanti rispetto ai loro gruppi parlamentari, quanto fuori dalle mura del Palazzo. Basti guardare alle ultime Europee, quando l'ormai ex forzista Genovese aveva sostenuto la candidatura del leghista Angelo Attaguile e l'ex esponente dem Lantieri aveva partecipato alla campagna elettorale di Saverio Romano.

Cambia così la geografia del Palazzo. E con essa si consolida la coalizione/maggioranza di Nello Musumeci, che da 36 deputati su 70 può contare oggi, almeno sulla carta, su 37 parlamentari pronti a sostenere le sue riforme.

La notizia agita un pezzo di maggioranza e non va giù a Saverio Romano, eurodeputato mancato e leader di Cantiere Popolare, che punta il dito contro l'assessore Ruggero Razza. «La costituzione di un nuovo gruppo all’Assemblea Regionale - i cui due terzi facevano già parte di gruppi della maggioranza - fortemente sollecitato dell’assessore Razza, mette in discussione il principio di leale collaborazione tra i partiti che hanno eletto Nello Musumeci alla Presidenza della Regione. Non si può non stigmatizzare quanto accaduto e chiamare il presidente Musumeci ad un intervento chiarificatore per evitare l’apertura del mercato delle vacche al quale, sia ben chiaro, noi ci sottrarremo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.