Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

«Caltanissetta-Agrigento più strategica della Tav»
Conte domani in Sicilia, ma l'opera è ancora ferma

Il premier e il ministro Toninelli saranno domani a Caltanissetta, «vengo a sbloccare il cantiere», annuncia. Ma in realtà l'impasse, legata alla crisi di Cmc, è lontana dall'essere risolta. Al momento si procederà al pagamento di un acconto ai subappaltatori per una lenta ripartenza

Salvo Catalano

«Domani sarò in Sicilia con il ministro Toninelli a sbloccare un cantiere che è altrettanto strategico, nella mia opinione e in quella degli esperti più strategico della Tav, che è la statale 640 Agrigento-Caltanissetta». Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte annuncia la visita ai cantieri di Caltanissetta e l'Italia scopre che al centro della Sicilia c'è un'opera rimasta a metà: il raddoppio della statale a quattro corsie è stato realizzato sui 31 chilometri (quelli più vicini ad Agrigento) inaugurati nel 2017 dall'allora ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio; i restanti 28,5 chilometri, da Canicattì al capoluogo nisseno, sarebbero dovuti essere percorribili proprio in questo periodo, a marzo 2019. E invece sono impantanati nelle maglie della crisi finanziaria del colosso delle costruzioni Cmc, titolare dell'appalto finito in concordato preventivo con enorme preoccupazione per le opere che ha in mano in Sicilia, per un valore di oltre un miliardo di euro. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×