Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Niscemi, entra nel vivo il processo all'ex sindaco
Crocetta e Lumia chiamati dal pm a testimoniare

Ciccio La Rosa deve rispondere, insieme al suo ex assessore Calogero Attardi, di voto di scambio politico mafioso per la tornata elettorale del 2012. La Procura, dopo aver depositato la registrazione di un comizio, inizierà l'audizione dei testi da alcuni pezzi da novanta

Salvo Catalano

Entra nel vivo il processo per voto di scambio politico mafioso a carico dell'ex sindaco di Niscemi Ciccio La Rosa. Nella prossima udienza il pubblico ministero inizierà l'audizione dei suoi testi: e si comincerà da alcuni pezzi da novanta. Il 20 marzo sono chiamati a presentarsi davanti al giudice l'ex presidente della Regione Rosario Crocetta, l'ex parlamentare del Pd Beppe Lumia e l'ex primo cittadino di Niscemi Giovanni Di Martino, sconfitto proprio da La Rosa nelle elezioni del 2012, tornata elettorale al centro dell'indagine della Dda di Caltanissetta.

La Rosa fu arrestato nel giugno del 2017 nell'operazione Polis. Fino a luglio del 2018, quando si è dimesso, ha continuato a rivestire il ruolo di consigliere comunale di opposizione a Niscemi. Oggi è imputato con l'accusa di voto di scambio politico mafioso; insieme a lui, difeso dall'avvocato Giuseppe D'Alessandro, nel rito ordinario ci sono il suo ex assessore Calogero Attardi, il padre di quest'ultimo, Giuseppe Attardi, Francesco Spatola, Francesco Alesci e i fratelli Salvatore e Giuseppe Mangione. L'accusa è di aver stretto un patto con Cosa Nostra, rappresentata da Giancarlo Giugno a Niscemi e Alessandro Barberi a Gela.

Il processo è nella fase istruttoria e si sta entrando nel dettaglio delle accuse. La Procura ha chiesto di sentire Crocetta e Lumia dopo aver depositato la registrazione di un loro comizio durante la campagna elettorale del 2012, in cui alludevano a gruppi di potere che avrebbero sostenuto la candidatura di La Rosa e in cui parlavano del clima pesante che si respirava in quei giorni a Niscemi.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×