Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani-Monopoli 4-2, continua la corsa granata
Poker nel primo tempo, poi controllo in 10 uomini

La squadra di mister Italiano conquista il nono risultato utile consecutivo e resta al secondo posto. A decidere la gara le reti di Corapi (su rigore), Nzola, Ferretti e Aloi. Unica nota stonata l’espulsione di Fedato nella ripresa

Luca Di Noto

Foto di: sito ufficiale Trapani Calcio

Foto di: sito ufficiale Trapani Calcio

Pronostico rispettato per il Trapani: i granata si confermano quasi del tutto infallibili in casa e si impongono con un netto 4-2 su un buon Monopoli. La squadra siciliana dunque esaudisce le richieste di mister Italiano che aveva dipinto questa come una gara fondamentale, sottolineando come la compagine pugliese fosse una di quelle formazioni da prendere con le molle. Per il Trapani si tratta del nono risultato utile consecutivo. Consente ai siciliani di tenere il secondo posto e continuare la rincorsa alla capolista Juve Stabia.

Avvio di gara di marca nettamente pugliese, con i biancoverdi che fanno girare bene il pallone e Scognamillo costretto al fallo che gli costa l’ammonizione già al 4’. I granata si fanno vedere in avanti al 10’ con Fedato, ma l’episodio che sblocca il match arriva al quarto d’ora con un tocco di mano in area da parte di un difensore pugliese. L’arbitro concede il penalty: sul dischetto va Corapi che spiazza Pissardo per l’1-0. La squadra di Scienza prova a reagire, ma dieci minuti più tardi il Trapani trova il raddoppio con il suo miglior marcatore, Nzola, che approfitta di una ribattuta non perfetta di Pissardo per ribadire in rete. I granata sono scatenati e trovano il tris al 29’: pasticcio della difesa pugliese, Ferretti si ritrova tutto solo davanti a Pissardo e col destro mette in rete. I pugliesi riescono a riaprirla al 39’ con la rete di Gerardi che approfitta di un errore di Aloi e di un assist di Rota per mettere alle spalle di Dini. Un minuto dopo, però, lo stesso Aloi si fa perdonare l’errore e, su servizio di Corapi, mette in rete il pallone del 4-1, punteggio sul quale si va al riposo.

In avvio di ripresa, un cambio per parte, tra i granata dentro Toscano per Aloi e tra gli ospiti entra Gatti per Ferrara. L’arbitraggio è poco all’inglese, fioccano i cartellini da una parte e dall’altra e a farne le spese è Fedato che riceve il secondo giallo lasciando i siciliani in dieci al 57’. Mister Italiano inserisce allora Tulli per Ferretti. I pugliesi provano ad approfittare della superiorità numerica e vanno vicinissimi al gol al 64’ con Salvemini che su assist di Sounas colpisce il palo. Tre minuti dopo, i biancoverdi trovano il gol con Paolucci, bravo a sfruttare al meglio un suggerimento di Zampa e una copertura non perfetta di Pagliarulo. La gara viaggia su ritmi leggermente più bassi rispetto al primo tempo, ma resta divertente, gli ospiti provano a riaprirla definitivamente con Mendicino, Paolucci e Berardi, ma il risultato non cambia più: 4-2 al triplice fischio.

Il tabellino

Trapani (4-3-3): Dini; Costa Ferreira, Scognamillo, Pagliarulo, Franco (70' Da Silva); Aloi (46' Toscano), Taugourdeau, Corapi (70' Girasole); Fedato, Nzola (80' Evacuo), Ferretti (58' Tulli). A disp.: Ingrassia, Ferrara, Scrugli, Lomolino, D’Angelo, Dambros, Mastaj. All. Italiano.

Monopoli (3-5-2): Pissardo; Ferrara (46' Gatti), De Franco, Fabris; Rota, Sounas, Paolucci, Zampa (81' Scoppa), Donnarumma; Mangni (55' Salvemini-70' Berardi), Gerardi (56' Mendicino). A disp.: Crisanto, Guido, Sanzone, Maimone, Montinaro. All. Scienza.

Arbitro: Miele di Torino (Vitali-Salvalaglio).

Marcatori: 15' rig. Corapi, 25' Nzola, 29' Ferretti, 39' Gerardi, 40' Aloi, 68' Paolucci

Note: Ammoniti: Scognamillo, Fedato, Toscano, Da Silva (T), Zampa, Gatti, Paolucci, Scoppa (M). Espulsi: al 57' Fedato (T) per doppia ammonizione.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Trivelle, opportunità o pericolo?

È la regione più interessata alla ricerca e all'estrazione di gas e petrolio. Attività contro cui si batte il movimento No Triv

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×