Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ars, maggioranza va sotto su fondi per i fiumi
Sei parlamentari di centrodestra non votano

Si tratta di Rossana Cannata, Luigi Genovese, Toto Cordaro, Danilo Lo Giudice, Antonio Catalfamo e Gaetano Galvagno. Nel primo caso, ma potrebbe non essere l'unico, si sarebbe trattato di un problema con il sistema di registrazione

Redazione

Foto di: Salvo Catalano

Foto di: Salvo Catalano

Un voto segreto e la maggioranza che va giù. È accaduto ieri sera all'Ars, dove in questi giorni si discutono le modifiche alla legge di bilancio. In tarda serata si è registrata una sconfitta per la coalizione che sostiene il governo Musumeci a sala d'Ercole, mettendo in evidenza una volta di più come gli equilibri siano delicati e basta poco per fare pendere l'ago della bilancia da una parte o dall'altra. 

In questo caso il tema su cui si è andati sotto è stato lo stanziamento per la pulizia straordinaria degli alvei fluviali, argomento che nelle scorse settimane è stato al centro della cronaca in seguito all'ondata di maltempo che prima ha colpito la piana di Catania e poi le province di Palermo e Agrigento, causando in questi ultimi due casi la morte di oltre dieci persone. A votazione conclusa il risultato è stato di 31 contrari e 29 a favore

Il dato che però ha colpito è stato quello di chi era presente in Aula, ma non ha espresso alcuna preferenza. Si tratta di Antonio Catalfamo e Gaetano Galvagno (Fratelli d'Italia), l'assessore Toto Cordaro - presente nelle vesti di deputato -, Giuseppe Gennuso (Popolari e Autonomisti), Danilo Lo Giudice (Gruppo Misto) e i forzisti Luigi Genovese e Rosanna Cannata. «In realtà ho votato ma il sistema non ha registrato nulla - dichiara Cannata a r-. Stessa cosa mi risulta sia successa a Lo Giudice. Chiaramente avevo votato a favore, visto che vengo dalla provincia di Siracusa e sono tra coloro che hanno spinto per aumentare i fondi per i fiumi».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×