Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Mafia e scommesse, spunta anche l'ex sponsor del Siracusa
A fine partita soldi dal fratello dell'ex patron alla 'ndrangheta

Nel mirino la PremierWin365 del pentito del betting online Fabio Lanzafame. Nelle intercettazioni dell'inchiesta Revolution Bet spuntano alcuni passaggi di denaro tra uomini ritenuti vicini alla cosca Tegano e Graziano Cutrufo, parente dell'ex proprietario

Una bella giornata di sole fa da cornice al poker del Siracusa Calcio nel derby siciliano di Lega Pro contro l'Akragas. È il 13 novembre 2016 e sugli spalti dello stadio Nicola De Simone ci sono due spettatori d'eccezione arrivati direttamente dalla Calabria. Si tratta di Danilo Iannì e Francesco Franco, figlio del boss reggino Roberto. La loro presenza non passa soltanto attraverso i selfie pubblicati sui loro profili Facebook, perché a controllarli ci sono anche gli investigatori della procura di Reggio Calabria. A distanza di tre anni da quel viaggio a Siracusa, uno dei tanti, emergono le intercettazioni contenute nei documenti dell'inchiesta RevolutionBet sul binomio mafia-scommesse. L'accusa per i due tifosi è di fare parte della 'ndrangheta reggina e di essere stati in stretto collegamento con Fabio Lanzafame. L'imprenditore aretuseo, residente in Romania, è oggi il pentito chiave dell'indagine. Nel suo passato c'è un forte legame con la vecchia gestione della squadra della città natale.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×