Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Omicidio Zarba, confermato il fermo del marito
L'indagato va in carcere. Attesa per l'autopsia

Il gip del tribunale di Ragusa, Ivano Infarinato, ha firmato un'ordinanza di custodia cautelare per Giuseppe Panascia, l'ex tecnico del liceo classico accusato di avere assassinato la moglie giovedì sera. Durante l'interrogatorio, ha detto di averla lasciata in vita

Redazione

Foto di: Piero Burrugani

Foto di: Piero Burrugani

Le parole pronunciate durante l'interrogatorio non hanno convinto gli inquirenti, che hanno chiesto e ottenuto la conferma del fermo. Giuseppe Panascia andrà quindi in carcere. L'uomo, un ex tecnico del liceo classico di Ragusa, è accusato di avere ucciso giovedì scorso la moglie Maria Zarba, da cui si stava separando. Una decisione non convidivisa che, secondo i magistrati titolari dell'inchiesta, potrebbe essere all'origine del delitto. A disporre la custodia cautelare è stato il gip di Ragusa, Ivano Infarinato. 

Durante l'interrogatorio Panascia ha dichiarato di essere stato a casa della moglie la sera del delitto, ma di essere andato via e di averla lasciata in vita. La 66enne, a detta dell'uomo, sarebbe stata in procinto di andare in chiesa, luogo molto frequentato dalla vittima, anche in veste di ministra dell'eucarestia. A trovare il corpo senza vita della donna, rinvenuta con il cranio fracassato, è stato il nipote. Alla domanda su chi possa essere stato l'omicida, Panascia non ha saputo indicare un nome, ipotizzando l'assassino potrebbe essere entrato dalla finestra. Tuttavia in mano alla procura ci sarebbero le immagini delle telecamere di videosorveglianza che confermerebbero le accuse. 

Maggiori dettagli utili a ricostruire quanto accaduto giovedì sera potrebbero arrivare dall'esame autoptico che si svolgerà oggi. La procura ha incaricato il medico Giuseppe Iuvara. Il legale di Panascia, l'avvocato Valentino Coria, ha fatto sapere che anche l'indagato ha nominato un medico di parte.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×