Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Antimafia, intimidazione a Claudio Fava
Busta con un proiettile recapitata all'Ars

Si tratta del proiettile di una calibro 7.65. La Digos ha già provveduto al sequestro della busta e del contenuto. «Sicuramente il nostro lavoro andrà avanti», si limita a dire il parlamentare regionale de I Cento Passi

Miriam Di Peri

Amaro inizio di settimana questa mattina per il presidente della commissione regionale Antimafia, Claudio Fava. Una lettera contenente un proiettile calibro 7.65 - lo stesso utilizzato per il padre giornalista Giuseppe, assassinato a Catania il 5 gennaio 1984 da un killer della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano - indirizzata al presidente dell'organismo parlamentare d'indagine è stata recapitata questa mattina a Palazzo dei Normanni. La Digos ha già provveduto al sequestro della busta e del contenuto. Oltre al proiettile non ci sarebbe stato altro all'interno. «Non ho dichiarazioni in merito, sicuramente il nostro lavoro andrà avanti», si limita a dire il parlamentare de I Cento passi.

Fava è stato eletto alla guida della commissione regionale Antimafia lo scorso 16 maggio. Già a partire dal mese successivo, la commissione ha avviato un'indagine conoscitiva sul cosiddetto sistema Montante, mentre a partire da luglio l'organismo parlamentare sta indagando anche sul fronte dei depistaggi sulla strage di via D'Amelio emersi dalla sentenza del Borsellino quater. Nei giorni scorsi è diventata legge una proposta di Fava sull'obbligo per i parlamentari regionali di dichiarare la propria eventuale appartenenza a logge massoniche.

La busta è arrivata in commissione Antimafia, gli uffici si trovano al piano basso di Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea siciliana, assieme ad altra corrispondenza. Ad aprire il plico sono stati alcuni collaboratori di Fava, che hanno immediatamente avvertito la Digos.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×