Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Abusi prete Enna, diocesi offrì soldi per silenzio vittima
«Denaro della Caritas» ma il giovane rifiutò l'offerta

Il particolare è stato raccontato durante il processo in cui don Giuseppe Rugolo è alla sbarra, accusato di violenza sessuale. A parlare, per oltre quattro ore, Antonio Ciavola, dirigente di polizia ed ex capo della Squadra mobile a Enna

Redazione

Foto di: Punto Famiglia

Foto di: Punto Famiglia

Offrire denaro della Caritas, in contanti, in cambio del silenzio della presunta vittima di violenza sessuale di don Giuseppe Rugolo: sarebbe stata questa la proposta che avrebbe fatto la diocesi di Piazza Armerina. La circostanza è stata spiegata in aula da Antonio Ciavola, ex capo della Squadra mobile di Enna ora in servizio a Caltanissetta, nel corso del processo con rito abbreviato presieduto da Francesco Pitarresi che si celebra al tribunale di Enna e vede imputato il sacerdote, agli arresti domiciliari da un anno.

Il dirigente della polizia, sentito in aula per oltre quattro ore, ha anche spiegato come dalle carte emerga il diniego netto della vittima ad accettare la presunta proposta che proveniva, secondo la ricostruzione, dal vescovo Rosario Gisana. Il giovane, che avrebbe subito violenza dal 2009 al 2013, avrebbe ritenuto questa proposta immorale e illecita. Tutte circostanze documentate dai materiali prodotti dalla parte civile che testimonierebbero l'offerta di 25 mila euro in contanti, dunque non tracciabili, in cambio del silenzio. 

In aula sono state lette anche alcune chat a sfondo sessuale intercorse tra Rugolo e alcuni ex alunni della scuola dove per anni il sacerdote ha insegnato, nonché con giovani residenti nel territorio di Ferrara dove il sacerdote era stato trasferito. Rugolo avrebbe frequentato siti pornografici dove era possibile interagire attraverso la telecamera con altre persone. È stato, inoltre, ricostruito il modus operandi del prelato e le presunte modalità volte ad agganciare i giovani in condizione di fragilità psicologica. Il sacerdote, che era presente in aula, è attualmente ristretto ai domiciliari nel seminario di Ferrara.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×