Apprendi: “Ma a chi aspetta Dr Motor?”

Le dichiarazioni rilasciate ieri sera dal sindaco di Termini Imerse, Salvatore Burrafato, sul futuro industriale della sua città hanno suscitato “inquietudine” al parlamentare regionale del Pd, Pino Apprendi, uomo politico che ha seguito, passo dopo passo, prima la chiusura dello stabilimento Fiat e poi l’accordo con Dr Motor.
Burrafato, ieri sera, si chiedeva a che serve convocare i vertici di Dr Motor a Palermo, e precisamente negli uffici della commissione legislativa ‘Attività produttive’ del parlamento dell’Isola, in assenza di Invitalia, la società che dovrebbe certificare un po’ tutto il progetto di rilancio della produzione di automobili a Termini Imerese.
A stretto girio di posta arriva la precisazione di Apprendi. “L’ufficio di presidenza della commissione Attività produttive dell’Ars – scrive il parlamentare del Pd in un comunicato – ha pensato di convocare i vertici di Dr Motors e l’assessore regionale alle attività produttive, Marco Venturi, insieme ai rappresentanti dei lavoratori, perché non riesce a percepire quali sono i tempi d’insediamento della nuova società che si deve allocare nello stabilimento ex Fiat di Termini Imerese”.
“La domanda che si pone il Sindaco di Termini Imerese, sulla opportunità di convocare i vertici di Dr Motors – aggiunge Apprendi – mi ha messo inquietitudine. Ma davvero pensiamo che Invitalia ancora debba esprimersi sul business plan? A questo punto se, dopo due anni di lavoro, l’advisor dovesse dare notizie negative, li chiameremo a responsabilità, perché sarebbe un vero e proprio fallimento dichiarato dagli stessi che avevano dato il via libera”.

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento