Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il Trapani ko al '95 in Coppa Italia di serie C
Cosenza vince 1 a 0, inutili miracoli di Pacini

La squadra granata cade al Marulla con un gol realizzato in pieno recupero da Calamai. Poco prima, il portiere aveva salvato i siciliani parando un calcio di rigore a Mendicino. La squadra di Calori esce di scena agli ottavi

Luca Di Noto

Foto di: sito ufficiale Trapani calcio

Foto di: sito ufficiale Trapani calcio

Termina agli ottavi di finale l’avventura del Trapani nella Coppa Italia di serie C. La squadra granata, in una gara dai due volti con un primo tempo poco emozionante e un secondo tempo decisamente più ricco di occasioni, cade in pieno recupero al Marulla di Cosenza, dopo un rigore respinto da Pacini poco prima.

La prima occasione arriva al 6’ con una triangolazione tra Reginaldo e Marras, la cui conclusione viene respinta in angolo dal portiere di casa Saracco. Pochi minuti dopo, altra chance per i granata, con Evacuo che fuori area salta Saracco che lo stende: giallo per il portiere cosentino. I siciliani fanno la gara senza però creare occasioni limpide. Pian piano i rossoblu cominciano a prendere campo e al 28’ si rendono pericolosi con Pascali, che impegna Pacini al primo intervento. Nel finale di primo tempo, cresce di nuovo il Trapani, prima pericoloso con Evacuo che su cross di Rizzo manda alto di testa e poi ancora con la premiata ditta Reginaldo-Marras, con quest’ultimo che cade in area di rigore tra due avversari, ma l’arbitro lascia proseguire e si va così al riposo a reti bianche.

La ripresa è decisamente più vivace, Saracco si dimostra subito decisivo su Reginaldo e Marras. I granata continuano a provarci ancora con il brasiliano che però sbaglia la mira e poi con Maracchi, sul quale ancora Saracco deve intervenire. Mister Braglia sfrutta i tre cambi nel giro di dieci minuti ed è soprattutto l’ingresso in campo di Statella a dare più vivacità ai padroni di casa. Gli ultimi dieci minuti sono una sorta di monologo calabrese, con Pacini impegnato da D’Orazio e Pascali. Al 91’, l’episodio che può cambiare il match: Fazio commette fallo da ultimo uomo su Mendicino, per l’arbitro non ci sono dubbi, rigore per il Cosenza ed espulsione per il numero 13 granata. Sul dischetto va lo stesso attaccante, ma ancora una volta Pacini chiude la saracinesca respingendo il penalty. L’estremo difensore si ripete anche al 94’ sullo stesso Mendicino, pericoloso di testa, ma non può nulla un minuto più tardi su Calamai: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la sfera arriva al centrocampista che indovina la traiettoria vincente da fuori.

Il tabellino
Cosenza-Trapani 1-0

Cosenza (3-5-2): Saracco; Pascali, Dermaku, Pasqualoni (66' Statella); Corsi, Bruccini, Loviso (63' Palmiero), Calamai, D’Orazio; Tutino (56' Baclet), Mendicino. A disp.: Perina, Pinna, Bonioli, Trovato, Liguori, Sueva. All. Braglia.

Trapani (3-5-2): Pacini; Fazio, Pagliarulo, Visconti; Marras, Maracchi, Palumbo (73' Corapi), Bastoni (90' Steffé), Rizzo; Reginaldo (78' Dambros), Evacuo. A disp.: Furlan, Ferrara, Canino, Girasole, Minelli, Valentini. All. Calori.

Marcatori: 95' Calamai

Arbitro: Robilotta di Sala Consilina (Falco-Palermo)

Note: Espulsi: al 91' Fazio (T) per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Saracco, Mendicino, Palmiero (C), Palumbo (T). Al 92' Pacini (T) respinge un rigore calciato da Mendicino (C)

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×