Chiudi ✖
15

Docente ragusano si laurea per la quinta volta
«È la mia passione: leggo, studio e insegno»

Valentina Frasca

Costume e società – Giovanni Campagnolo a 37 anni ha ottenuto la quinta laurea, tutte all'università di Catania. Nel frattempo continua a insegnare nella sua Acate. «C’è chi dipinge, chi va in bici. Io ho insegnato a studenti di tutte le età e sono fortunato, perché credo che sia una delle emozioni più belle del mondo»

Una passione immensa per la natura e i libri e cinque lauree in dieci anni, tutte conseguite all’Università di Catania. È l’incredibile avventura di Giovanni Campagnolo, docente 37enne di Acate, sposato e padre di due bambine, che lo scorso 21 novembre, attraverso il sistema delle convalide, ha conquistato il suo quinto titolo: laurea magistrale in Biodiversità e qualità dell'ambiente. In mezzo tutta una serie di master e specializzazioni.

Dopo aver conseguito il diploma di maturità magistrale, la prima laurea, in Scienze naturali, arriva nel 2007. Neanche il tempo di riposarsi e, nel 2008, prende la laurea specialistica in Scienze ecologiche, quindi il master in Strumenti e metodologie didattiche e un diploma di perfezionamento sulle strategie e i metodi di intervento sulla disabilità, oltre a diverse certificazioni informatiche e linguistiche. Nel febbraio 2013 discute la tesi in Scienze per la Tutela dell'Ambiente e delle sue Risorse. L'anno dopo, nel luglio 2014, sempre all'Università di Catania ottiene l'abilitazione per l’insegnamento in Scienze Naturali, chimica e microbiologia, materia che attualmente insegna in un liceo di Grammichele.

Ma la corsa continua. Nel novembre 2015 si laurea in Scienze per la Salvaguardia del Territorio e l’anno successivo si iscrive nuovamente per ottenere l'abilitazione alla professione di Biologo. La scorsa settimana taglia l’ambito traguardo, quello della quinta laurea, la magistrale in Biodiversità e qualità dell'ambiente. E già pensa al futuro. «Non mi dispiacerebbe iniziare a considerare un master o un altro diploma di specializzazione – annuncia - Non è facile conciliare tutto, studio la notte, e le mie lauree sono state tutte davvero complesse perché, essendo io stesso un docente, i miei esami spesso diventano dei colloqui approfonditi con altri colleghi».

Una passione per lo studio che sembra aver già tramandato alla sua primogenita, che va in prima elementare. «Ogni tanto mi chiede perché io passi tanto tempo sui libri, è curiosa, e dice che le piacerebbe fare come me. Ovviamente la cosa mi riempie di gioia. La mia è una passione, c’è chi dipinge, chi va in bici, io leggo, studio e insegno. Avendo iniziato a lavorare negli istituti paritari e negli enti di formazione professionale - conclude -, ho insegnato a studenti di tutte le età e sono fortunato, perché credo che sia una delle emozioni più belle del mondo».