Muri di mare, arte e colori per le vie di Terrasini «Serve un po’ di bellezza anche fuori dai musei»

Andrea Buglisi, Fulvio Di Piazza, Alessandro Bazan, Igor Scalisi Palmientieri. Sono loro i quattro artisti che per giorni si sono dedicati a regalare un nuovo volto ai muri di Terrasini, aderendo all’iniziativa Muri di mare, progetto nato da un’idea di Evelin Costa, volontaria di Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato. «Ho visto con molto interesse crescere il fenomeno del muralismo, che è una forma di espressione che potrei definire popolare, rivolta quindi ai tanti che possono aver difficoltà ad accedere ai musei o alle gallerie d’arte, ma che hanno bisogno di vedere bellezza e arte. Un fenomeno in crescita negli ultimi anni, anche a Palermo, dove è stata molto importante l’esperienza delle cartoline da Ballarò, realizzata dagli stessi pittori di Terrasini», racconta la giovane ideatrice a MeridioNews.

«Mi piaceva l’idea di portare l’arte contemporanea per le strade di Terrasini e soprattutto affrontare temi attuali che potevano essere legati al mare, come l’accoglienza, la difesa dell’ambiente e nello stesso tempo la valorizzazione della bellezza e del fare comunità, cercando un coinvolgimento – prosegue Costa – Mi sono confrontata con il direttivo di Casa memoria, che ha subito sposato l’idea e con l’assessora alla Cultura e istruzione di Terrasini Arianna Fiorenza, che ha risposto con grande entusiasmo. Ho contattato Igor Scalisi Palminteri, che apprezzo e stimo da molti anni, e anche lui ha sentito subito forte l’esigenza di portare avanti questo progetto visto che le sue origini sono di Terrasini e questo paese è per lui molto importante». Ed è proprio lui, infatti, che coinvolge i colleghi artisti Bazan, Di Piazza e Buglisi, «veri maestri e grandi esponenti della nuova pittura palermitana».

Infine, Scalisi Palmintieri ha coinvolto anche l’architetto e fotografo Mauro Filippi, tra i fondatori del laboratorio di design Push, che ci ha contribuito a redarre il progetto. «Da questa squadra è partito tutto – torna a dire Costa -. Il progetto è stato finanziato interamente dal Comune di Terrasini, gli artisti hanno avuto un compenso, ma minimo considerando la loro storia e il loro livello. Hanno messo a disposizione con entusiasmo la loro arte», ribadisce la donna, rivelando che a settembre Igor Scalisi Palmintieri «donerà un murale che sarà realizzato all’interno del parco giochi, in collaborazione con i bambini delle scuole e con le associazioni».

Mercoledì 21 agosto a partire dalle 19 prenderà ufficialmente il via la passeggiata di inaugurazione del progetto, partendo da via delle Rimembranze per ammirare il San Pietro di Igor Scalisi Palminteri, passando poi per via Randisi – piazzetta Consiglio dove trova posto il murale Giro di vite di Andrea Buglisi, fino a via La Grua Talamanca dove c’è invece il murale Spiaggia libera di Alessandro Bazan e via Trieste per il murale  Zero waste di Fulvio Di Piazza. «Il mare non ha muri, confini e divisioni, è accoglienza, libertà, forza che rompe anche muri di silenzio e le separazioni. Un bene da proteggere e curare», conclude l’ideatrice.


Dalla stessa categoria

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Bottiglie in plastica del latte che diventano dei colorati maialini-salvadanaio. Ricostruzioni di templi greci che danno nuova vita al cartone pressato di un rivestimento protettivo. Ma anche soluzioni originali di design, come una lampada composta da dischi di pvc, un grande orologio da parete in stile anni ’70 in polistirolo e due sedie perfettamente funzionanti […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

La notizia della morte di Ubaldo Ferrini ha aperto nella mia mente una caterva di finestrelle come pop-up. Finestrelle alle quali non saprei neanche dare un ordine preciso. Ricordi forse anche sbagliati (chiedo ai lettori di correggermi ove sbagliassi), ma di una cosa sono certo: questi pop-up sono uniti da un filo conduttore a cavallo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]