Il Catania perde in casa e dice addio ai play off Una sconfitta senza attenuanti contro il Foggia

Il Foggia manda il Catania all’inferno e lo elimina dai playoff di Serie C, battendo 3-1 i rossazzurri al Massimino. Stavolta, quindi, di clamoroso al Cibali c’è solo il ko della squadra di Francesco Baldini, che termina anzitempo il campionato contro ogni previsione. Un film già visto, con lo stesso finale che si ripete ormai da diverse stagioni e che manda all’aria tutti i sogni di chi credeva nel miracolo del salto di categoria.

Una sconfitta pesante, che fa male per com’è arrivata e soprattutto perché il Catania non è stato capace di reagire in alcun modo, regalando al Foggia dei goal certamente evitabili. La doppietta di Balde e la rete di Curcio condannano gli etnei in modo pesante, evidenziando la fragilità mentale della formazione di casa, apparsa troppo distratta. Inutile il goal di Maldonado, che aveva accorciato le distanze direttamente su punizione, facendo sperare in una rimonta uguale a quella compiuta dal Catania sette giorni fa proprio contro il Foggia, nell’ultimo turno di regular season giocato allo Zaccheria.

Nessun miracolo, però, né oggi né tantomeno per un improbabile cammino dei rossazzurri verso la Serie B. Adesso l’attenzione torna agli aspetti societari, sempre che siano mai stati accantonati, perché anche sul campo è sembrato di vedere una squadra fortemente disturbata da quel che accade da mesi al di fuori dal rettangolo di gioco. Sarà una settimana di fuoco, nella quale probabilmente la Sigi valuterà di dare una risposta negativa all’ultima proposta inviata da Joe Tacopina per l’acquisto della società rossazzurra.

Per averne contezza bisognerà attendere ancora un po’, probabilmente la mattinata di martedì, quando la proprietà del Catania terrà una conferenza stampa a Torre del Grifo, quasi certamente per argomentare il nuovo capitolo della trattativa con l’avvocato italo-americano e illustrare il progetto legato al futuro della società rossazzurra.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento