Giro di Sicilia, le anticipazioni sulla seconda edizione Domani presentazione a Milano: ecco tappe e atleti

La prima edizione è stata una scoperta, successo sia a livello tecnico che mediatico. Normale, quindi, che ci sia grande attesa per la cerimonia che domani mattina, alla Fiera Milano Rho, alzerà il sipario sulla seconda edizione del Giro di Sicilia, in programma dall’1 al 4 aprile: chi sarà il successore di Brandon McNulty? L’americano, classe 1998, ha trovato proprio sulle strade dell’Isola il primo successo in carriera in una corsa a tappe: un risultato foriero del trasferimento alla squadra World Tour UAE Emirates. Facile intuire come anche quest’anno la corsa organizzata da Rcs, in collaborazione con la Regione siciliana, possa costituire il trampolino di lancio ideale per qualche giovane promessa. 

Tra qualche ora sarà svelato ogni dettaglio su caratteristiche dei percorsi, tappe e partecipanti. MeridioNews, però, fornisce qualche succosa anticipazione di quello che si vedrà tra poco meno di due mesi. Un primo dato che emerge è di natura geografica: a differenza dello scorso anno, infatti, la corsa non dovrebbe snodarsi nella parte centrale della Sicilia, evitando dunque i capoluoghi Enna e Caltanissetta. Anche Catania e Messina, punti nevralgici della prima edizione, stando alle anticipazioni non faranno parte del percorso. Si dovrebbe partire più a sud, con Siracusa pronta a ospitare giorno 1 aprile l’inizio della manifestazione, in una prima tappa che potrebbe snodarsi lungo lo splendido percorso del Barocco ragusano, includendo passaggi a Noto, Scicli, Modica e Ragusa Ibla. 

Anche la seconda frazione potrebbe essere dedicata ai velocisti. Secondo indiscrezioni potrebbe essere Selinunte, con i suoi templi, il suggestivo luogo di partenza di una tappa che eviterebbe la costa occidentale dell’Isola, passando per Castelvetrano, Calatafimi e Alcamo concludendosi alle porte del capoluogo Palermo. Gli ultimi due giorni di corsa, invece, saranno senza dubbio quelli con le maggiori difficoltà a livello tecnico. Sono due gli indiziati speciali, in tal senso. Le Madonie in primis, protagoniste indiscusse della terza tappa: la carovana, partendo dalla costa, dovrebbe infatti virare verso l’interno, per affrontare con tutta probabilità l’asperità di Piano Battaglia e quella di Petralia Soprana, con arrivo sulla costa tirrenica. 

Sarà sua Maesta l’Etna, invece, la regina del giorno conclusivo. Anche in questo caso, la bellezza della costa jonica dovrebbe lasciare il posto alle asperità dei Nebrodi prima e del Vulcano più alto d’Europa poi. Non ci sono ancora certezze in tal senso, ma la logica porta a considerare come molto attendibile la possibilità che sia il versante Nord a essere interessato dalla scalata, proprio come in occasione del prossimo Giro d’Italia. In questo caso l’ascesa inizierebbe da Linguaglossa, per poi giungere a Piano Provenzana. Capitolo partecipanti: la UAE Emirates non sarà, come lo scorso anno, l’unica squadra World Tour a partecipare. Trek Segafredo, Astana e probabilmente Bahrein sono pronte a fare il loro debutto nella competizione.

Anche la pattuglia di corridori siciliani potrebbe essere più folta. Non mancherà Giovanni Visconti, capitano della Vini Zabù KTM che replicherà l’esperienza del 2019. Attenzione, poi, a un astro nascente come il palermitano Filippo Fiorelli, appena sbarcato nell’universo dei Pro: la sua Bardiani farà parte del lotto di squadre che giorno 1 aprile saranno al via. C’è ancora incertezza, invece, in merito alla partecipazione del siracusano classe 1991 Pier Paolo Ficara (Team Sapura). Al via di Siracusa spazio anche per l’Androni Team: tra le fila della squadra diretta da Gianni Savio meriterà un occhio di riguardo il costaricano Kevin Rivera, cresciuto in Sicilia sotto l’ala protettiva di Paolo Alberati e autore del record della scalata che da Nicolosi porta al Rifugio Sapienza. Sembrano proprio esserci tutti gli ingredienti per assistere a un grande spettacolo.


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Il potere dell’app, la mossa del cestino, il colpo del calendario, lo scudo del numero verde e la forza del centro di raccolta. Sono questi i superpoteri che Kalat Ambiente Srr fornisce a tutti i cittadini per arrivare all’obiettivo di una corretta modalità di conferimento dei rifiuti e di decoro ambientale. «Supereroi da prendere a […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]