Gilia Italia, architetti low cost sul Web Ma i colleghi si dividono: «Lotta tra poveri»

Un buono sconto del 50 per cento a cinque euro. Non è un’offerta da supermarket, ma la possibilità di rimettere a nuovo gli interni di casa propria con l’aiuto a prezzi stracciati di giovani architetti catanesi. L’annuncio, apparso sul portale Sconton, ha già suscitato polemiche tra i colleghi altrettanto giovani di Gianmarco Toscano, laureando in Ingegneria, ed Emilia Debora Marano, in Scienze della comunicazione. Che, insieme, formano Gilia Italia, uno studio di architetti che da qualche anno offre anche un servizio di consulenze d’arredamento, progettazione di interni ma anche disegni e progettazioni di mobili su misura. Tutto online e low cost. «C’è chi per restare nel ballo accetta questo trattamento e chi si ribella e non vede nemmeno l’ombra di un incarico – commenta su Facebook Giuliana Di Mauroblogger di CTzen e laureanda in Architettura – È una lotta tra poveri, mal tutelati e senza speranze». C’è chi rilancia parlando del rischio di svalutare la professione e chi si chiede che fine faccia così la qualità. Noi di CTzen abbiamo incontrato i due giovani progettisti e questa è la loro storia.

Ventotto anni e una carriera universitaria iniziata a Roma, dove ha studiato per diventare architetto. Poi il ritorno a Catania, per ragioni familiari, i corsi come interior designer e la decisione di riprendere gli studi, ricominciando nella sua città, nella facoltà di Ingegneria. Tanti sacrifici e un idea di fondo che lo ha spinto a rischiare: la passione per la progettazione. Così Gianmarco Toscano ha dato vita al progetto. «Io e la mia socia, Emilia, ci siamo conosciuti sul lavoro. Da lì è nata un’amicizia e poi l’idea di scommetterci nella nostra città. Così nel 2009 abbiamo fondato lo studio di architettura – spiega – Man mano ci siamo ingranditi e, avendo sempre maggiori richieste di consulenze da fuori, abbiamo iniziato a potenziare l’idea del servizio online», racconta Toscano.

Oggi Gilia Italia è un team di quattordici professionisti diversi. Una squadra multitasking, come la definisce il fondatore che racconta: «In Italia siamo stati tra i primi a sperimentare consulenze di questo tipo e tuttora siamo gli unici a garantire un servizio “vecchio stampo”, che in fondo è anche il nostro cavallo di battaglia e la ragione per cui abbiamo avuto successo – continua – Nell’era dei computer, in cui tutti i professionisti lavorano esclusivamente con il supporto di potenti programmi di progettazione, noi abbiamo scelto di continuare a lavorare con un metodo che potrebbe risultare obsoleto, ma è di certo quello più affascinante. Così i nostri progetti per i clienti, eccetto richieste particolari, sono sempre realizzati a china e acquarello».

«Abbiamo collaborato e collaboriamo con altre aziende e l’idea è quella di diventare un franchising e offrire i nostri servizi non solo ai privati, ma anche alle agenzie immobiliari», racconta il giovane. «Più volte ci è stato proposto di spostarci o avviare un attività come Gilia al Nord. E probabilmente fuori sarebbe stato più facile che qua, ma ci piace rischiare. E con internet abbiamo abbattuto quasi tutte le barriere».

Consulenze veloci, senza costi di trasferte per chi lavora e dispendio di tempo per i clienti. Con la possibilità di un confronto costante durante i lavori e anche dopo. «Uno dei motivi che ci ha spinto a migliorare le nostre consulenze on line è stata proprio l’esigenza di seguirli anche nelle fasi successive – spiega Gianmarco – Anche per questo i nostri principali clienti sono quasi sempre giovani come noi, probabilmente perché abituati al concetto di confronto virtuale che non è detto sia meno soddisfacente, anzi». Poi, sulla scelta di lavorare nella propria città, dice: «Se tutti i giovani andassero fuori, col tempo a Catania mancherebbero gli stimoli. Siamo catanesi e orgogliosi della nostra territorialità, con l’idea di voler crescere a contribuire alla crescita della città. Semplicemente lavorando qui».

[Foto di Gilia Italia]


Dalla stessa categoria

Ricevi le notizie di MeridioNews su Whatsapp: iscriviti al canale

I più letti

Semplice, veloce ma soprattutto low cost. E' un portale di consulenza per arredamento di interni e progettazione nato a Catania e diffusosi online. Giovani e intraprendenti, gli ideatori da un lato scelgono la Rete per tessere contatti a distanza. Dall'altro si distinguono per il metodo classico degli schizzi di lavoro. Rigorosamente realizzati a china e acquerelli. Un offerta professionale a prezzi stracciati che però non piace proprio a tutti

Semplice, veloce ma soprattutto low cost. E' un portale di consulenza per arredamento di interni e progettazione nato a Catania e diffusosi online. Giovani e intraprendenti, gli ideatori da un lato scelgono la Rete per tessere contatti a distanza. Dall'altro si distinguono per il metodo classico degli schizzi di lavoro. Rigorosamente realizzati a china e acquerelli. Un offerta professionale a prezzi stracciati che però non piace proprio a tutti

Dal controllo della velocità alla segnalazione di un imminente pericolo. Sono gli Adas, i sistemi avanzati di assistenza alla guida che aumentano non solo la sicurezza, ma anche il comfort durante i viaggi in auto. Più o meno sofisticati, i principali strumenti Adas sono ormai di serie nelle auto più nuove, come quelle a noleggio. […]

Un aiuto concreto ai lavoratori per affrontare il carovita. Ma anche un modo per rendere più leggero il contributo fiscale delle aziende. Sono le novità introdotte dalla conversione in legge del cosiddetto decreto lavoro, tra cui figura una nuova soglia dell’esenzione fiscale dei fringe benefit per il 2023, portata fino a un massimo di 3mila euro. […]

Circa due tonnellate. È la quantità di rifiuti raccolta da oltre tremila studenti e studentesse di undici Comuni del territorio del Calatino durante le giornate di plogging organizzate da Kalat Ambiente Srr. «L’obiettivo del nostro campionato – spiegano dall’ente che si occupa di pianificazione, programmazione e affidamento della gestione del ciclo integrato dei rifiuti – […]

«Era come avere la zip del giubbotto chiusa sopra e aperta sotto: ecco, noi abbiamo voluto chiudere la zip di questo giubbotto». Indispensabile se si parla di Etna, dove fa sempre fresco. È nato così CraterExpress, la nuova proposta che permette di raggiungere la vetta del vulcano a partire dal centro di Catania, con quattro […]

Ma non si parlava, tipo, di turismo sostenibile, eco bio qualcosa? No perché mi pareva di avere sentito che eravate diventati sensibili alla questione ambientale e che vi piaceva, tipo, andare nella natura, immergervi nella ruralità, preoccuparvi dell’apocalisse solare. Probabilmente avrò capito male.Qui, nel sudest siculo, fino a non molto tempo fa, ricordo un turismo […]

Dodici mesi, 52 settimane e 365 giorni (attenzione, il 2024 è bisestile e quindi avremo un giorno in più di cui lamentarci). Un tempo legato da un unico filo: l’inadeguatezza. Culturale, innanzitutto, ma anche materiale, davanti ai temi complessi, vecchi e nuovi. Difficoltà resa evidente dagli argomenti che hanno dominato il 2023 siciliano; su tutti, […]

Il seme del cambiamento. Timido, fragile e parecchio sporco di terra, ma è quello che pare stia attecchendo in questi ultimi mesi, dopo i più recenti episodi di violenza sulle donne. In principio, quest’estate, fu lo stupro di gruppo a Palermo. In questi giorni, il femminicidio di Giulia Cecchettin in Veneto. Due storie diverse – […]

Mai come in campagna elettorale si parla di turismo. Tornando da Palermo con gli occhi pieni dei metri di coda – moltiplicata per varie file di serpentina – per visitare la cappella Palatina e qualunque mostra appena un piano sotto, lo stato di musei e beni archeologici di Catania non può che suscitare una domanda: […]

Riforme che potrebbero essere epocali, in termini di ricaduta sulla gestione dei territori e nella vita dei cittadini, ma che sembrano frenate dalla passività della politica. Sembra serena ma pratica- e soprattutto, attendista – la posizione di Ignazio Abbate, parlamentare della Democrazia Cristiana Nuova chiamato a presiedere la commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana. Quella […]

Dai rifiuti alla mobilità interna della Sicilia, che avrà una spinta grazie al ponte sullo Stretto. Ne è convinto Giuseppe Carta, deputato regionale in quota autonomisti, presidente della commissione Ambiente, territorio e mobilità all’Assemblea regionale siciliana. Tavolo di lavoro che ha in mano anche due leggi su temi particolarmente delicati: urbanistica e appalti. Con in […]

Dall’agricoltura alle soluzioni per il caro energia; dalle rinnovabili di difficile gestione pubblica allo sviluppo delle imprese bandiera del governo di Renato Schifani. Sono tanti, vari e non semplici i temi affidati alla commissione Attività produttive presieduta da Gaspare Vitrano. Deputato passato dal Pd a Forza Italia, tornato in questa legislatura dopo un lungo processo […]